All’ex AsiloFilangieri, un insolito “Ritratto di Napoli”

722
le opere di Barbara Karwowska

Da Roberto De Simone a Roberto del Gaudio passando per l’eclettico Lucio DDT Art. È decisamente un “Ritratto (insolito) di Napoli”, quello che dal 7 (inaugurazione prevista per le ore 19 con reading di poesie di Fabia De Luca) al 27 febbraio sarà proposto da Barbara Karwowska all’ex Asilo Filangieri di vico Giuseppe Maffei 4 a Napoli.

Per l’occasione, l’artista ha realizzato, infatti, una serie di dipinti che vedono protagonisti ventuno partenopei che gravitano intorno al mondo dell’arte e, in generale, della cultura. Ogni volto ritratto è circondato da un elemento decorativo che sembra un’aureola, ma in realtà è un’ aurea che assume, sulle tele e sui diversi personaggi, forme diverse.
Tele che, messe una vicina all’altra, danno l’impressione di un grande ritratto della Napoli del presente, attraverso i volti di alcuni suoi abitanti dipinti tra il 2013 e il 2015. All’Asilo saranno esposte inoltre due opere dal formato più grande ispirate alle fiabe popolari napoletane di Giambattista Basile: “C’era una volta il re di Vallepelosa che aveva figlia malinconica chiamata Zoza” e “Faccia di Capra” and last but not least, “…a Napoli la notte è magica”, quadro che coglie l’atmosfera incantata delle serate in città.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.