Fede / Itinerari / News / Visite al chiaro di luna

Una notte al Santuario: gran tour a Pompei tra storia, arte e fede

Un tour con i cinque sensi è quanto propone l'evento organizzato dalla Curia mariana con la Pastorale giovanile. Il 26 e il 27 giugno, il 17 e il 18 luglio, via al ciclo di visite serali guidate nei luoghi d'interesse storico-artistico del Tempio fondato dal Beato Bartolo Longo alla fine dell'Ottocento.
di Lello Scarpato
18 giugno 2015

Un tour con i cinque sensi è quanto propone l’evento “Una notte al Santuario“, che ripropone per il terzo anno la Curia della basilica mariana, con la Pastorale giovanile guidata da don Ivan Licinio. L’iniziativa prevede visite serali guidate nei luoghi d’interesse storico-artistico del Tempio, fondato dal Beato Bartolo Longo alla fine dell’Ottocento. In collaborazione con l’Archivio Storico “Bartolo Longo”, i partecipanti di “Una notte al Santuario” saranno guidati dai giovani di don Licinio in percorsi, oltre che visivi (opere d’arte e monumentali), anche tattili (toccando i libri appartenuti al beato Bartolo Longo), olfattivi (alle donne sarà donata una rosa del giardino del beato Longo) e del gusto quando, a fine percorso, saranno offerti melone e fichi a tutti, “Come faceva Bartolo Longo con i suoi orfanelli”, ha raccontato il giovane don Ivan che quest’anno ha previsto anche una visita guidata in lingua inglese e Lis (linguaggio dei segni per i non udenti). Le date dell’evento sono: 26 e 27 giugno, 17 e 18 luglio. I percorsi guidati partiranno alle 20.15, alle 20.45 (in lingua inglese e LIS) e alle 21.15. Il tour, della durata di un’ora, ha il costo di 3 euro, destinati a finanziare il viaggio dei ragazzi alla Giornata Mondiale della Gioventù del 2016 con Papa Francesco a Cracovia. Il tour nel santuario di notte prevede anche la visita dell’Archivio storico, della Cappella “Bartolo Longo”, della Vecchia Sacrestia, della Basilica, della Cripta, del Giardino dei Santi Pellegrini, della Facciata Monumentale e del Campanile. L’evento è stato presentato da mons. Pasquale Mocerino, Rettore del Santuario, don Salvatore Sorrentino, Direttore dell’Ufficio per la Pastorale delle Vocazioni e responsabile della Biblioteca e Archivio Storico “Bartolo Longo”, e i ragazzi della Pastorale giovanile, con don Licinio. Assente il vescovo, monsignor Tommaso Caputo.