Le “bombe atomiche” di Peter Greenaway in mostra nel Palazzo Reale di Napoli

26 novembre, 2014 alle 13:50
102

La cieca furia distruttiva dell’uomo attraverso 2.201 esplosioni nucleari su un fronte; la cura minuziosa delle piccole produzioni artigianali sull’altro. L’assordante deflagrare atomico in processi di annientamento che durano pochi secondi e un senso quasi perduto del tempo nell’opera di vetrai, liutai, tessitori sulle varie sponde del Mediterraneo. Convivono questi due mondi – uno diametralmente opposto all’altro – nelle due affascinanti installazioni video che il noto artista e filmaker Peter Greenaway e il celebrato collettivo artistico milanese Studio Azzurro propongono, fino al 9 dicembre, negli spazi della Sala Dorica del Palazzo Reale di Napoli, nell’ambito del Forum Universale delle Culture di Napoli e della Campania.

Per assistere a questa straordinaria installazione nella reggia di piazza Plebiscito, composta da due parti poste a intenzionale contrasto, gli spettatori si ritroveranno su una sorta di zattera posta al centro della Sala, immersi in un vortice di immagini e di suoni. Le due opere (quella di Greenaway e quella di Studio Azzurro) – della durata complessiva di 43 minuti – si alternano continuamente nell’arco dell’intera giornata e fanno parte della rassegna “Non troverai altro luogo. Non troverai altro mare” curata per il Forum da Chèrif Kahznadar, poeta, scrittore e regista francese di origine siriana, presidente della Maison des Cultures du Monde di Parigi.

Nell’installazione “Atomic bombs on the planet earth“, che a Napoli, per la prima volta è visibile nell’originale concept ideato dall’artista britannico, Greenaway cataloga 2.201 esplosioni atomiche registrate tra il 1945 e il 1989. Tutt’altre atmosfere caratterizzano invece l’installazione “Il colore dei gesti – Sinfonia Mediterraneo” realizzata da Studio Azzurro, il celebre gruppo di ricerca artistica di Milano che da più di vent’anni si esprime con i linguaggi delle nuove tecnologie, che si è formata nel corso dei viaggi del ciclo Meditazioni Mediterraneo filmando numerosi artigiani durante il loro lavoro: liutai, pescatori, sellai, fonditori, vetrai, cesellatori, vasai, tessitori, raccoglitori di olive, vinai, costruttori di barche, restauratori, bambolai, rilegatori, maniscalchi, conciatori.

Peter Greeneway “Atomic bombs on the planet earth
Studio Azzurro. Il colore dei gesti – Sinfonia Mediterraneo
Fino al 9 dicembre 2014
Palazzo Reale Napoli
ingresso gratuito
Tel e info: +39.081.7410067

[charme-gallery]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here