Storia e musica nella basilica quattro volte terremotata

15 maggio, 2013 alle 21:08
513

Napoli, Centro storico. Il sole è appena calato. Le luci della navata sono come sempre soffuse e misticamente avvolgenti. Note celestiali, oniriche, moderne e antiche risuonano. Nella Basilica di San Giovanni Maggiore. Il Maggio dei Monumenti 2013 propone l’accoppiata imperdibile di storia e musica per visitare una delle più travagliate chiese di Napoli. Stili e musiche di diverso genere, da Jobim a Mozart  , da Haydin Bach e Wagner ai Cantori di Posillipo e fino a Gershwin. Una girandola di stili così come quelli che hanno attraversato le mura di questa che è tra le più importanti chiese napoletane, ma per ben quattro volte colpita da terremoti.

La leggenda la vuole costruita per volere di Costantino, come luogo di culto all’aperto, come ringraziamento per la salvezza della figlia Costanza scampata a un naufragio. La sua fondazione, pare avvenuta sulle basi di un preesistente tempio pagano (forse dedicato ad Ercole), viene definita nell’anno 324.[charme-gallery]

Fu ristrutturata quasi completamente solo due secoli più tardi, dopo rimaneggiamenti normanni ed angioini, e ancora di più fu trasformata nel Seicento ad opera di Dionisio Lazzari, poichè fortemente danneggiata dal terremoto del 1635. Le trasformazioni barocche e quelle settecentesche non hanno lasciato quasi niente del tempio originario. Altri due terremoti (nel 1732 e nel 1805) costrinsero ad ulteriori ristrutturazioni.

E ancora un altro cataclisma (quello del 1870) ferì brutalmente le mura della chiesa, in particolare la navata destra, e la volta crollò. A quel punto rischiò di essere abbattuta, ma l’opposizione tenace del canonico Giuseppe Perrella (in suo onore una  lapide nella navata destra) fece partire i lavori di ristrutturazione in stile neoclassico. Un secolo più tardi, nel 1970, la chiesa fu chiusa per ben 42 anni a causa di un cedimento della volta. Il lento restauro portò comunque alla luce, nel 1978, l’abside paleocristiana al di sotto del coro ligneo del XVII. Nel gennaio del 2012 la basilica è stata riaperta grazie anche all’intervento dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli.[charme-gallery]

Ecco di seguito il programma dei concerti previsti dal Maggio dei Monumenti nella Basilica di San Giovanni Maggiore (Direttore musicale M°Luigi Grima)

10 maggio h 20.30
Tributo ad Antonio Carlos Jobim
Gruppo Falando De Bossa
L’incasso sarà devoluto in beneficenza

11 maggio h 20.30
Messa da Requiem
di W.A.Mozart
Cantanti Solisti Accademia E.Caruso

12 maggio h 19
Concerto Pianista Eugenio Fels
Musiche Haydn- Bach- Ravel-Wagner

15 maggio h 20
Cantori di Posillipo

18 maggio h 20.30
“Onda Su Onda ”
Poesie e canzoni napoletane
Concerto pianistico di M.Grazia Ritrovato
per Voce e Chitarra-Voce Narrante-Pianista

19 maggio h 19
Jazz Classico
Voce-Pianoforte-Contrabasso
Da Ellington a Gershwin passando per Porter e Carmichael. Un viaggio nella melodia dei grandi autori, da “Summertime” a “Don’t Get Around Much Anymore”, da “Night And Day” a “The Man I Love”.

24 maggio h 20.30
Changing The System
Improart Orchestra-Ensemble Dissonanzen
Seminario e concerto a cura di David Ryan e Gianni Trovalusci

25 maggio h 20.30
S.Pietro a Majella Brass Ensemble
Musiche di Monteverdi, Purcell, Gershwin, Rota

26 maggio h 19
CHANGING THE SYSTEM
IMPROART ORCHESTRA-ENSEMBLE DISSONANZEN
Seminario e concerto a cura di David Ryan e Gianni Trovalusci

31 maggio h 20.30
“A TEATRO CON DANTE ”
Beatrice è la forza dell’amore che chiama alla felicità, non solo nel ricongiungersi con la persona amata, ma soprattutto nel ritrovare la propria pienezza.
Presentazione della professoressa Patrizia Zenga, dove le parole del Sommo Poeta prendono voce e forma nella voce dell’attrice Federica Aiello, accompagnata dalle suggestioni visive delle imma­gini di Francesco Landi.

1 giugno h 20.30
PROGETTO FIATI: LAUDES CREATURARUM
Allievi del Conservatorio “D.Cimarosa” di Avellino diretti da Eugenio Ottieri

2 giugno h 19
“CHITARRA SOLO”
Marco Caiazza, chitarra
Musiche di Tansman, Ponce, Mertz, Regondi, Barrios-Mangorè

Biglietteria: un’ora prima dell’inizio dei concerti – Basilica San Giovanni Maggiore
Info: eventi@ordineingegnerinapoli.it – luigi.grima@alice.it

Prezzi dei concerti:
Intero € 10,00 – Ridotto € 7,00 (Under 30, Cral, Associazioni)
Ingresso gratuito per gli under 18

Per il programma completo di tutte le visite guidate ai chiostri e cortili di Napoli previsti dal Maggio dei Monumenti clicca qui

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here