Al Museo Madre di Napoli le fiabe sono…ricucite

22 ottobre, 2014 alle 10:48
313
Ricucire una fiaba con Maria Lai al museo Madre di Napoli

Costruire una narrazione ritagliando ed assemblando tessuti e fili di cotone. E’ questa la sfida-gioco a cui sono chiamati genitori e figli per “Fiabe ricucite“, primo dei tre appuntamenti di Famiglia MADRE#2, un ciclo di incontri domenicali per scoprire insieme la collezione del museo d’arte contemporanea Madre di Napoli (domenica 26 ottobre, dalle ore 10.30 alle ore 13.30).

Attraverso il magico utilizzo del telaio, del pane e degli oggetti dell’universo arcaico sardo, l’artista Maria Lai dà vita ad una pratica artistica in cui la memoria del passato si propone come indagine del futuro. Negli anni ‘80, fondamentali sono le sue ricerche in ambito performativo così come i cicli di libri cuciti, attraverso i quali, l’artista sarda, esplora la relazione con il mondo dell’infanzia e della didattica.
I bambini ed i loro genitori, assistiti dagli operatori didattici del museo, approfondiranno temi e posizioni dei movimenti artistici quali la Poesia visiva e la Poesia concreta. Dopo la visita alla collezione del museo di arte contemporanea di via Settembrini, adulti e bambini, insieme, rifletteranno sul valore ed il senso della fiaba e delle antiche leggende popolari per realizzare un “Libro d’Artista” in cui, sull’esempio dell’opera “La leggenda del Sardus Pater” di Maria Lai – presente in Per_formare una collezione (secondo piano del museo) – poter costruire una narrazione ritagliando ed assemblando tessuti e fili di cotone. Gli altri appuntamenti in calendario per il 2014 di Famiglia MADRE#2 sono domenica 30 novembre e domenica 21 dicembre.

Domenica 26 ottobre, dalle ore 10.30 alle ore 13:30
Famiglia MADRE #2 – Fiabe ricucite
Museo Madre via Settembrini 79, Napoli

[charme-gallery]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here