Cultura / Ricorrenze popolari

Nella notte di Partenope si balla al ritmo di tammorra

Martedì 9 settembre, la celebre rassegna di musica folk e cultura popolare fa tappa nell'isola pedonale di Piedigrotta, in concomitanza con le celebrazioni dell'omonima festa. Un'occasione per riscoprire storia e tradizioni dell'antica Capitale del Regno delle Due Sicilie, un po' a metà, tra sacro e profano
di Arianna Esposito
8 settembre 2014

E’ un appuntamento che si rinnova di anno in anno, con l’accorata partecipazione di un pubblico vasto e interessato: è il Festival della Tammorra kermesse che torna nel capoluogo campano martedì 9 settembre nell’ambito delle manifestazioni della Festa di Piedigrotta. La ricca rassegna di musica e cultura popolare, giunta alla sua XIV edizione, sarà curata, come di consueto, dal cantautore napoletano Carlo Faiello, tra i componenti di spicco della “Nuova Compagnia di Canto Popolare”, uno dei più importanti gruppi di musica folk al mondo.
Location di questa grande e tradizionale festa per tutti sarà l’isola pedonale di via Galiani a Piedigrotta, cuore della Napoli melodiosa, dove a partire dalle ore 21 si ballerà al ritmo della Tammorra, in contemporanea, quasi, con le celebrazioni religiose della storica festa.
Le ballerine della tammorraCarlo FaielloLa locandina dell'eventoLa notte della tammorraLa tammorra
Ricordiamo tra l’altro che quest’anno la festa di Piedigrotta  è stata inserita nella ricca programmazione di “Imago Mundi: Feste e Santi della città di Napoli”, la manifestazione che nell’ambito del calendario di Estate a Napoli valorizza le ricorrenze religiose dell’antica Capitale del Regno delle Due Sicilie.
E proprio in virtù di questo, la kermesse popolare contemplerà anche dei momenti di raccoglimento spirituale in omaggio alla Madonna di Piedigrotta, a testimonianza del legame che, nella tradizione popolare partenopea, vede intrecciarsi sacro e profano.
Ancora, spazio alle trascinanti note delle melodie folk che invaderanno ogni angolo della città con i tantissimi artisti che con la loro partecipazione ricorderanno Riccardo Esposito Abate, conosciuto da tutti semplicemente come “Zi’ Riccardo”, storico fondatore del gruppo folk “Zi’ Riccardo e le Donne della Tammorra”.
Insomma il festival si conferma, come nelle intenzioni del suo ideatore, un valido strumento di difesa e divulgazione del Patrimonio Immateriale e della Cultura Popolare.

“La notte della Tammorra”
martedì 9 settembre 2014
21.00-23.45
Isola Pedonale di Via Galiani tra Piedigrotta e viale Elena
Info: +39.081.34.25.603 – 338.8615640