Inquisizione spagnola. La Napoli ribelle a 470 anni dalla rivolta con un annullo filatelico al Museo delle Torture

La storia di Napoli e delle sue ribellioni contro invasori e inquisitori non ha tempo

27 ottobre, 2017 alle 15:06
521
museo delle torture annullo filatelico
museo delle torture annullo filatelico

Napoli racconta la sua storia anche su cartoline e bolli postali.

Al Museo delle Torture a Napoli una long day dedicata ad un annullo filatelico per ricordare uno di questo storici momenti. Era il  luglio del 1547 in questo caso. Esattamente 470 anni fa, quando Tommaso Aniello da Sorrento iniziava la rivolta napoletana contro l’Inquisizione. Contro le leggi dei governanti spagnoli. Tommaso Aniello stracciò e buttò via l’editto dalle porte del Duomo di Napoli, davanti a una folla di popolani.

In occasione del 470°anniversario della rivolta della città di Napoli contro il tentativo di imporre l’inquisizione Spagnola, ci sarà un annullo filatelico speciale. E per questo, lunedì 30 ottobre 2017 dalle ore 11:00 alle 17:00, una delegazione delle Poste Italiane sarà presente nella sede del caratteristico Museo napoletano. Qui si effettuerà lo speciale annullo filatelico su folder a tiratura limitata, dedicandolo alla ricorrenza.

museo delle torture annullo filatelico
museo delle torture annullo filatelico

Il Museo delle Torture che ospita l’evento, ha la sua sede in Vico Santa Luciella ai Librai 18/B, un piccolo vicolo di raccordo tra via San Biagio dei Librai e via San Gregorio Armeno. La neo nata struttura, aperta al pubblico tutti i giorni dalle 10 alle 19,30, racconta con orgoglio come i napoletani si opposero all’insediamento dell’Inquisizione a Napoli imposta dal viceré spagnolo Don Pedro de Toledo. Una ribellione capeggiata da Tommaso Aniello di Sorrento, che costò 2000 morti, ma liberò Napoli dai processi inquisitori.

Il Museo delle Torture, attraverso la rigorosità storica, mostra il cammino non ancora finito verso la libertà e la tolleranza di pensiero, rafforzando la solidarietà tra popoli con diverse credenze. Tante altre definizioni date alla struttura. E’ stata definita anche come “la più bella e unica collezione del Sud Italia di strumenti di tortura”. E allora appassionati di storia e di filatelia, questo è l’appuntamento che fa per voi. Segnate in agenda.

Evento al link https://www.facebook.com/events/1932899650303062/?ti=icl

Sito wex del Museo al link http://www.museodelletorture.it/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here