Con Cibus alla scoperta dei tesori dei Campi Flegrei

14 gennaio, 2014 alle 17:34
166

Una visita guidata al percorso archeologico sotterraneo che si cela nelle viscere del Rione Terra, a Pozzuoli, dove i partecipanti potranno ammirare le antiche taberne; e poi, poco più in là, in superficie, il suggestivo tour nell’Anfiteatro Flavio. E ancora: una visita al Castello Aragonese di Baia, a Bacoli, sede dello straordinario Museo Archeologico dei Campi Flegrei, nonché il luogo in cui è possibile “spaziare” nelle sale in cui sono custoditi i reperti rivenuti nel centro storico di Puteoli, con particolare attenzione agli utensili da cucina e vasellami vari. Infine una ”degustazione spettacolo” in stile antica Roma. Sono questi i succulenti ingredienti” previsti nel programma di ”Cibus – Percorsi ArcheoEnoGastronomici nei Campi Flegrei”, iniziativa di promozione turistica della Terra del Mito.

[charme-gallery]

Il progetto, che avrà inizio giovedì 16 gennaio, è nato da un’idea dell’Associazione Albergatori Campi Flegrei, ed è stato promosso dall’Assoturismo-Confesercenti della Provincia di Napoli. Gode inoltre del finanziamento della Camera di Commercio di Napoli con il patrocinio del Comune di Pozzuoli, dell’Associazione ACF Albergatori dei Campi Flegrei, dell’Azienda Autonoma Cura Soggiorno e Turismo di Pozzuoli, dell’IPSAR ”Lucio Petronio”‘ di Pozzuoli e del Lions Club Campi Flegrei – Cuma.

La kermesse, riproponendo una formula collaudata, proietta i tesori dei Campi Flegrei tra le mete preferite di centinaia e centinaia di croceristi che ogni anno sbarcano al Porto di Napoli e per i quali, l’offerta turistica va ad arricchirsi con un inedito iter archeologico-museale ed enogastronomico per le strade ed i musei di Bacoli e Pozzuoli. Insomma: un’occasione da non perdere per quanti a gennaio scelgono Napoli e le perle della Campania per le loro vacanze d’inverno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here