Ecco i dieci comandamenti napoletani. Cosa dovete assolutamente vedere a Napoli

E questa è la prima delle nostre tavole dei comandamenti made in Naples, luoghi, musei, opere e siti archeologici che napoletani e non, non possono non vedere o conoscere a Napoli

30 marzo, 2017 alle 15:01
4086
sacrestia-cappella-del-vasari-napoli

Cosa dovete assolutamente vedere a Napoli, non è un imperativo, ma solo un consiglio attraverso il quale ci farebbe anche piacere confrontarci con voi se ci lasciate qualche commento o suggerimento a seguire qui sul sito. Per noi, non esiste città al mondo con tanta storia, arte e cultura. Fu capitale d’un Regno primeggiante in ogni materia conosciuta. A Napoli, ogni metro di strada, soprattutto nel centro storico, vi parla e racconta ancora qualcosa di unico e magico. E quest’abbondanza del tutto, ci ha fatto pensare di rendere un servizio a chi legge alcune delle nostre pagine. Figlio del Vesuvio, dello stivale o del globo conosciuto che sia. Quella che esponiamo a seguire, non è una classifica ma una lista di 10 tra,  luoghi, musei, oppure opere che consideriamo siano tra le prime e tante imperdibili in questa città. E quindi, l’ordine è assolutamente casuale. Per noi pari sono.

Cristo Velato nella Cappella del Principe Raimondo di Sangro , tra le sculture più belle del mondo.

La Pudicizia nella Cappella del Principe Raimondo di Sangro, scultura di impareggiabile bellezza.

La Sacrestia della Chiesa di San Domenico Maggiore, che custodisce in sarcofaghi mummie di nobili del passato.

La Basilica del Santuario di Santa Maria del Carmine Maggiore,  imponenza, eleganza e parte attiva della storia napoletana.

Chiesa di San Giovanni in Carbonara, con Cappelle patrizie da restar senza fiato. Li, anche un Vasari.

La Cappella o Sacrestia del Vasari nella Chiesa di Sant’Anna dei Lombardi. Rimarrete estasiati da tanta bellezza.

Chiostro maiolicato del Complesso Monumentale di Santa Chiara. In una giornata di sole, lui ve ne mostrerà tutto il suo incanto.

La Pinacoteca del Museo di  Capodimonte. Vi renderete conto della beltà della pittura nella sua storia.

Biblioteca dei Girolamini. Luogo sacro e scrigno d’opere in carta di sempre e d’ogni ordine e grado. Inestimabili.

Catacombe di San Gennaro, dove il sacro si lega alla storia della città.

E a voi, piace questa lista oppure cosa avreste sostituito e con cosa?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here