I mille volti del Natale a Napoli

5 dicembre, 2013 alle 17:06
340
Napoli si accende di mille luci per il Natale

Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi” recita un vecchio adagio. Se poi si sceglie di trascorre la speciale ricorrenza del 25 dicembre a Napoli, allora tanto meglio. Sì, perché è in questi giorni di festa che Partenope indossa il suo abito migliore, trasformandosi in una perla pregiata. Tutta da vedere e, perché no, anche da gustare!

I siti storici, culturali e artistici dell’antica Capitale del Regno delle Due Sicilie, dalla via dei presepi di San Gregorio Armeno allo spettacolo maestoso fornito dai favolosi castelli di Partenope, fanno a gara per mettere in mostra le eccellenze made in Naples, all’interno di una vasta gamma di offerte in termini di kermesse, visite guidate e manifestazioni buone per tutti i gusti. Ma andiamo con ordine.

Si parte con il tradizionale “grand tour” alla scoperta di uno dei siti monumentali più suggestivi del Centro Storico: il complesso monumentale di Santa Chiara. E’ qui, infatti, che dal prossimo 7 dicembre e fino al 6 gennaio 2014, è in programma “Un Natale al Chiostro”. La cittadella francescana sarà inondata dalle celesti  note della “Novena dell’Immacolata” a cura del gruppo di zampognari “Ancia Libera” in un percorso che comprende la visita al presepe vivente e la contemplazione delle opere pittoriche della mostra dedicata a San Francesco, insieme ai luoghi del cammino spirituale del poverello di Assisi. Previste inoltre visite al chiar di luna, in occasione delle aperture gratuite del santuario fino alle ore 21 nei giorni del 4, 5 e 6 gennaio, festa dell’Epifania.

[charme-gallery]

Ancora. Spazio alla cultura a pochi passi dalla chiesa delle Clarisse, nel Convento di San Domenico Maggiore luogo in cui, fino al 21 aprile 2014, sarà possibile visitare La mostra impossibile con i preziosi capolavori di Michelangelo, Leonardo e Raffaello riprodotti in scala 1:1, fedelmente identici agli originali.

Il viaggio tra i luoghi simbolo della “Napoli che fu” prevede anche una tappa alla Chiesa dei Girolamini nelle domeniche dell’8 e 22 dicembre per scoprire le inedite iscrizioni iconografiche degli angeli in mostra all’interno dell’antico plesso religioso dei Decumani. Ad accompagnare i viandanti nella visita denominata “Le dissonanze angeliche” saranno gli storici dell’arte dell’associazione “Cultura Felix” che coinvolgeranno il pubblico in un particolare percorso sensoriale che permetterà di sperimentare attraverso la musica, le suggestioni prodotte dalla visione delle opere artistiche esposte ai Girolamini.

Continuando la passeggiata per i vicoli del Centro Storico, l’associazione culturale “Mani e Vulcani” attenderà i visitatori per accompagnarli in un vero proprio tuffo nel passato con vista sulla Napoli del ’500: è questo “Millarcum, delirio d’un amore antico”, in programma da domani, 6 dicembre, fino al 5 gennaio 2014, nelle stanze dell’ex Ospedale della Pace. E’ qui che saranno rievocate le tragiche vicende amorose di Carlo Gesualdo, principe di Venosa, e della moglie Maria d’Avalos, uccisa dal marito perché colta in flagrante adulterio. La storia è un po’ nota a tutti e risale a quanto accaduto nella notte tra il 16 e il 17 ottobre del 1590, quando la bella nobildonna napoletana fu trovata senza vita assieme all’amante Fabrizio Carafa, in una stanza di Palazzo Sansevero: i loro corpi erano ancora nudi e  martoriati dalle pugnalate dei sicari. Da allora il fantasma di Maria si aggira senza pace tra i vicoli di San Domenico Maggiore.

[charme-gallery]

Dalla storia alla tradizione, il passo è breve e dunque come non onorare il rito della Tombola Napoletana? L’associazione culturale “Insolitaguida” propone una versione “scostumata” del tipico gioco di Natale. E’ questa la Tombola Vajassa, che come vuole la tradizione, sarà condotta da o’ femminiello, che  procederà all’estrazione dei numeri della colorita smorfia. Il tutto accompagnato da una succulenta cena ai tavoli con tanto di consumazione. L’appuntamento è per sabato 7 e 21 dicembre alle ore 21, al Teatro Cabaret Portalba di Napoli.

Ma non dimentichiamo che il Natale è soprattutto la festa per i più piccini e per loro si apriranno le porte del magico Parco dei Balocchi negli spazi della Villa Diamante di Posillipo che per l’occasione diventa location di un evento magico e speciale. Tra le lussuose stanze del palazzo che affaccia direttamente sul Golfo, nel giorno dedicato all’Immacolata dalle 10 alle 22 si terranno tante divertenti attività ludiche che coinvolgeranno  anche alcune scuole elementari grazie alla collaborazione del Comune di Napoli e dell’Assessorato alla Scuola. Ad accogliere i piccoli una parata di giocolieri, clown, ballerini, trampolieri, maghi, fatine, ritrattisti ed ancora  trucca-bimbi, animatori, artisti circensi ed una banda musicale. La manifestazione a ingresso gratuito sarà anche l’occasione per presentare il progetto “La Nostra Napoli”, ad opera del Comune di Napoli per “dare voce ai bambini”, a loro sarà data la possibilità di scrivere su delle pergamene i desideri per la città e addobbare l’Albero dei Desideri che poi sarà presentato al sindaco Luigi De Magistris. E che, in qualche modo, va ad affiancarsi al ben più noto e simbolico albero natalizio allestito, ogni anno, sotto le volte della Galleria Umberto I.

[charme-gallery]

Per info su orari e programmi:
www.monasterodisantachiara.com
www.polopietrasanta.it/unamostraimpossibile
www.comune.napoli.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/23247
www.manievulcani.it
www.insolitaguida.it
www.napolike.it/natale-napoli-2013-la-villa-dei-balocchi-posillipo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*