News / Eventi Napoli

Nel “Museo diocesano Donnaregina” di Napoli, un bel presepe trentino a grandezza naturale

Fino al primo febbraio 2015, il complesso monumentale a due passi dal Duomo, ospiterà la maxi Natività realizzata dai maestri scultori di Tesero
di Annalisa Palmieri
22 dicembre 2014

Mai come questo Natale, Campania e Trentino sono stati così vicini. Fino al primo febbraio 2015, infatti, il Complesso monumentale Donnaregina, distante solo pochi passi dalla Cattedrale di Napoli, ospiterà un pregiato presepe a grandezza naturale made in Trentino realizzato dai maestri scultori e intagliatori di Tesero, Tiziano e Davide Deflorian, con la collaborazione di Leo Deflorian e Raffaella Zeni per quanto riguarda la figura e i vestiti.

Ben diciotto i personaggi: Giuseppe, Maria, il Bambinello, un angelo, due donne, due uomini inginocchiati, i Re Magi, un pastore, un bue, un asino e quattro pecore (le stesse figure sono state esposte in Vaticano, a L’Aquila, ad Assisi, a Betlemme, a Mirandola e, lo scorso anno, a Cracovia). In più, per Napoli, sono state realizzate ad hoc altre due figure: una donna e un uomo inginocchiato.

L’autentico presepe allestito a Napoli occupa un’area quadrata di oltre sei metri di lato e vanta come scenografia un rudere diroccato con tettoia alta quasi quattro metri. A questa, si aggiungono due angoli allestiti sul lato opposto del cortile di Donnaregina, che permettono ai visitatori, in un’ambientazione raccolta, tipica dei presepi di montagna, di passarci attraverso.