News / Miti e religione

Napoli tra sacralità ed esoterismo, un tour tra fantasmi e vecchi palazzi

Dal 21 al 30 giugno, il capoluogo campano si popolerà di anime vagabonde e spiritelli che accompagneranno turisti e cittadini in un viaggio attraverso i luoghi leggendari della città. Dal Palazzo degli Spiriti fino a Marechiaro, cinque imperdibili itinerari
di Arianna Esposito
13 giugno 2014

Storie, di fantasmi, di vecchi palazzi abbandonati e di anime vagabonde.
In quanto a leggende e miti, la città di Partenope è particolarmente prolifica, come dimostra il ricco programma di itinerari promossi dall’iniziativa “I Palazzi degli Spiriti: percorsi turistici e culturali tra sacralità ed esoterismo”, organizzato dal Comune Di Napoli con la Fondazione Forum Universale e l’Accademia delle Belle Arti, che si svolgerà a Napoli dal 21 al 30 giugno.
Tema conduttore dell’evento è la sacralità, contaminata dagli echi di un esoterismo mai sopito che abita ogni angolo dell’antica capitale del Regno delle Due Sicilie.
Sensazione indubbiamente recepita dai tanti cittadini del capoluogo campano e in particolare dalla giornalista Annamaria Ghedina, autrice del testo “Fantasmi a Napoli”: da qui l’idea di sfruttare questa “peculiarità” della città del Golfo per renderla maggiormente attrattiva.

La GaiolaLe anime pezzentelleChiesa di  San Domenico MaggioreFinestrella di MarechiaroPalazzo degli spiriti

Luogo simbolo della manifestazione sarà il Palazzo degli Spiriti, ninfeo romano risalente al I secolo A.C., unico al mondo che si trova a Marechiaro, a pochi metri dalla celebre “Fenestella”, nel Parco Archeologico di Posillipo, ma molti altri saranno i percorsi, a dir poco suggestivi, proposti dell’interessante rassegna. Vediamoli nel dettaglio.
Non manca all’appello il  magnifico Convento di San Domenico Maggiore, e con esso il  Museo del tesoro di San Gennaro, a cui si abbinano i percorsi da piazza del Plebiscito a Castel dell’Ovo. E ancora: spazio alle passeggiate narrate nel Bosco di Capodimonte, ed alle visite guidate al Decumano Maggiore. In conclusione, per finire, ecco i percorsi in barca dalla cala di S.Basilio alla Gaiola.
Insomma, un’allettante occasione per conoscere e riscoprire i mille volti della bella Napoli e lasciarsi catturare dal pullulare degli spiriti inquieti che la popolano e dal suo fascino “maledetto”.

“I Palazzi degli Spiriti: percorsi turistici e culturali tra sacralità ed esoterismo”
Napoli, 21-30 giugno 2014