News / Eventi Napoli

Cocteau vs Ibsen. Da Nea, la nuova sfida di “Teatro match”

Lunedì 23 febbraio, nello spazio di via Costantinopoli, appuntamento con l’originale gioco che vedrà affrontarsi due squadre di attori ed esperti
di Annalisa Palmieri
21 febbraio 2015

Si scrive “Teatro match” si legge insolito incontro-scontro made in Naples, tra grandi protagonisti del teatro internazionale. Ring d’eccezione, lo Spazio Nea di via Costantonopoli 53, a Napoli che, lunedì 23 febbraio, a partire dalle 19.30, vedrà questa volta confrontarsi Jean Cocteau ed Herik Ibsen.
Prosegue così l’accattivante appuntamento/gioco teatrale, curato da Gianmarco Cesario, tra due squadre composte da attori e esperti che si affronteranno cercando di ottenere più voti possibili da parte del pubblico. Personalità del mondo della cultura partenopea e nazionale diventeranno “avvocati difensori” di un autore in particolare e gli attori reciteranno brani scelti a supporto delle arringhe. Per l’occasione, Patrizia Di Martino, Agostino Chiummariello, Orazio Cerino ed Irene Grasso leggeranno alcune pagine da “I parenti terribili” di Cocteau. Cristina Donadio, Antimo Casertano e Fulvio Pastore leggeranno, invece, alcune pagine tratte da “Spettri” di Ibsen. Difenderà Jean Cocteau, l’editrice Chiara Reale. A difendere Herik Ibsen sarà la studiosa e docente Mariarosaria Mazzone.