Itinerari / News / Ciclismo e arte

Da Pompei alla Reggia di Caserta: tutti in sella tra i siti Unesco della Campania

Domenica 7 giugno al via la Gran Fondo Napoli: centinaia di cicloamatori si sfideranno lungo un percorso di 120 chilometri che si dipanerà tra le bellezze storiche della Terra Felix
di Lello Scarpato
6 giugno 2015

In bicicletta da Napoli, toccando i più importanti siti Unesco della Campania. E’ la Gran Fondo Napoli che domenica 7 giugno porterà centinaia di ciclisti amatoriali alla scoperta delle bellezze storiche della Campania, viste però sfrecciando dalla bicicletta. La partenza della gara è prevista dal Lungomare di Napoli, da dove si dipanerà il percorso di oltre 120 chilometri di gara passando attraverso gli Scavi di Ercolano, Oplonti e Pompei, fino alla Reggia di Caserta. Qui è stato posto il traguardo della Mezzofondo di 75 km: per i più allenati si riprende poi il percorso a ritroso, che riporterà i ciclisti a Napoli, nel Centro Storico, dichiarato anch’esso patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.

“A Napoli, in Campania – c’è il boom del ciclismo. E gare come la Gran Fondo Napoli fanno aumentare la fame della bici, la fame di sport in città”, ha sottolineato l’assessore allo Sport del Comune, Ciro Borriello. Il percorso scelto tra i siti Unesco della Campania è mirato anche a sottolineare l’importanza del cicloturismo che sempre di più è uno degli asset che li operatori usano nella reigone per attrarre visitatori. “A Napoli – conferma Andrea Cozzi, organizzatore della Gran Fondo Napoli – mancava una manifestazione di questo tipo. E’ un test, un numero zero per testare il percorso e creare le condizioni un grande futuro, obiettivo è rendere la Gran Fondo Napoli un grande evento internazionale aprendo la gara ai cicloturisti”.