In Campania, 14 spiagge da “Bandiere blu”

13 maggio, 2015 alle 18:10
52
Positano

Da Capri al Cilento passando per la Penisola sorrentina… Altro che spiagge caraibiche. Il vero Paradiso on the beach è in Campania.

Proprio così. Anche quest’anno la nostra Regione ha ottenuto dalla Fee ovvero Foundation for environmental education un numero non indifferente di Bandiere Blu, riconoscimento internazionale dedicato ai lidi più puliti: ben 14 sono infatti le località balneari d’eccellenza
campane – una in più rispetto al 2014 – e 280 in tutto lo Stivale.

New entry Capaccio, in provincia di Salerno, mentre si riconfermano al top, sempre a Salerno, Ascea, Vibonati, Centola-Palinuro, Casal Velino, Agropoli (Trentova, San Marco), Montecorice (Agnone, Capitello, San Nicola a Mare), Sapri (Lido di Sapri San Giorgio), Pisciotta, Pollica (Acciaroli e Pioppi), Castellabate e Positano, mentre nel napoletano Anacapri (Faro Punta Carena e Gradola Grotta Azzurra) sull’Isola Azzurra e Massa Lubrense, nel cuore della  Baia delle Sirene.

Stando all’ambito riconoscimento, la Campania, è prima per il Sud Italia e di un soffio giù dal podio rispetto all’intero Paese classificandosi al quarto posto tra le Regioni col maggior numero di spiagge pulite. Al primo figura la Liguria con 23 località, seguita dalla Toscana  con 18 e dalle Marche con 17. Scrupolosi i criteri di valutazione.

Per ottenere la Bandiera Blu, si richiede tra l’altro, sicurezza in tutte le sue declinazioni, perfetta pulizia della spiaggia, acqua balneabile di qualità conforme ai valori previsti dal direttiva, assenza di discariche nei paraggi, un’adeguata informazione ed educazione ambientale, accesso adeguato e servizi per disabili.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here