Hula hoop trasformati in opere d’arte a fin di bene

8 dicembre, 2015 alle 15:07
116
HHSharing

In principio furono hula hoop in legno vintage ormai introvabili. Da questa sera, si trasformeranno invece in opere d’arte uniche e “generose” protagoniste di HHSharing, progetto d’arte e solidarietà ideato da Mario Avallone, realizzato in collaborazione con la curatrice Marianna Agliottone, e che gode del Matronato della Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee.

Un lavoro particolare, che ha preso il via con l’invito a 17 artisti italiani di diverse generazioni  – da Eugenio Tibaldi ad Afterall, passando per Mariangela Levita, Gabriele Di Matteo, Lino Fiorito, Rosy Rox, Marisa Albanese, Christian Leperino, Vincenzo Rusciano, Eugenio Giliberti, Camillo Ripaldi, Lamberto Lambertini, Roxy in the Box, Antonio Biasucci, Lamberto Teotino, Paolo Puddu e Raffaela Mariniello -, chiamati a realizzare opere utilizzando come materia prima hula hoop d’epoca, che costituiranno un’esposizione temporanea presso i tre piani della Stanza del Gusto in via Costantinopoli 100 e il deposito Kuoko Mercante, in via Costantinopoli 41, a Napoli: due luoghi vicini, su due marciapiedi diversi, nel centro storico cittadino. Le opere realizzate, da stasera, 8 dicembre, giorno del vernissage cocktail, a partire dalle 19, saranno messe in palio come premi di una speciale riffa contemporanea, il cui ricavato sarà devoluto in beneficenza alla Comunità di Sant’Egidio di Napoli, con cui Avallone già collabora da diverso tempo.

Per partecipare alla lotteria è possibile acquistare il numero presso La Stanza del Gusto. Finissage e sorteggio dei numeri vincenti: martedì 5 gennaio 2016, alle 19.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here