News / Eventi Napoli

Tuffo nel passato tra sport e arte con “Isolimpia 2015”

Dal 23 al 27 settembre, la città partenopea ospiterà la riproposizione in chiave moderna del grande evento ambientato nella Neàpolis imperiale
di Annalisa Palmieri
14 settembre 2015

Saranno il Parco Virgiliano e le Terme di Agnano a fare da location, dal 23 al 27 settembre, all’edizione 2015 di  “Isolimpia” ispirata a una grande manifestazione sportivo-artistica ambientata nella Neàpolis imperiale, che l’associazione Amartea ha “riscoperto” e ripropone, a Napoli, in chiave moderna.

Un appuntamento unico, che porta con sé la forza e il fascino della storia. Numerosi testi ed epigrafi, infatti, testimoniano che a Neàpolis, già conquistata dall’Impero Romano, ma ancora legata alla propria ascendenza greca, avessero luogo – ogni cinque anni – degli agoni simili a quelli che si tenevano ad Olimpia. Giochi, cui partecipavano due distinte categorie: i giovani e i professionisti, che giungevano da ogni parte del mondo allora conosciuto. Tra le discipline praticate, l’ippica, l’atletica, il pugilato e varie forme di lotta, il pentathlon e diverse gare circensi di atleti su cavalli.

Ma gli Isolimpia erano noti e richiamavano l’attenzione anche perché al nucleo sportivo, mutuato da Olimpia, i partenopei avevano aggiunto qualcosa di totalmente nuovo, ossia una serie di gare teatrali e musicali, cui parteciparono finanche Nerone, Stazio ed altri poeti allora in auge.

Secondo quanto previsto sin dalla prima edizione, oltre a riconfermare la presenza di tutte le discipline che presentano maggiore affinità con quelle praticate nel mondo antico, per l’edizione 2015 la partecipazione ad Isolimpia è stata estesa anche ad altri sport olimpici.

E, tra le chicche, il recupero della più antica gara sportiva di cui si ha notizia a Neàpolis: la corsa con le fiaccole, in programma il 23 settembre con partenza, alle 18.30, da Castel dell’Ovo, aperta a tedofori ed atleti, ma anche a “comuni mortali”, cui gli organizzatori consigliano di munirsi di torcia antivento e di una spiga. Per chi volesse, invece, attenderli all’arrivo, l’appuntamento è nel cortile del Maschio Angioino.