La Notte della Tammorra sul Lungomare di Napoli

9 settembre, 2015 alle 13:10
65
notte tammorra

Sarà la Rotonda Diaz, sul Lungomare partenopeo, a fare da sfondo  venerdì 11 settembre, a partire dalle ore 21, alla 15esima edizione della Notte della Tammorra, Festival di Musica e Cultura Popolare a cura del compositore napoletano Carlo Faiello, anche cerimoniere dell’evento. Attesa, per l’occasione, una carovana di tammurrianti, danzatrici, musicanti, cantatori: un fiume in piena, impetuoso e scatenato, alla ricerca del “Ballo perduto”.

Un appuntamento cui non si può e non si deve assolutamente mancare, unica realtà nel panorama dei festival campani degli ultimi anni, dove lo spettatore non resta testimone passivo ma, diventa protagonista di uno spazio umano per persone incapaci di star ferme.

Una Notte di festa, dove il suono della tradizione, soprattutto quella popolare made in Campania, rappresenta un punto di partenza forte e vitale: una piattaforma di lancio verso una musica senza frontiere. Canzoni a ballo, tammurriate, danze circolari, tarantelle, musiche di ampio respiro aperte ai suoni del mondo contribuiranno, nel corso della serata, a liberare energie e risorse straordinarie custodite in ogni ascoltatore che avvertirà una forza liberatoria incommensurabile.
Sul palco, diretti da Faiello, si succederanno tra gli altri: la Paranza d’’o Gnundo, Giovanni Mauriello, Antonella Morea, Marcello Colasurdo, Patrizia Spinosi, BandArotta Bagnoli, Anna Spaguolo, Discede, Mimmo Maglionico  e Pietrarsa, Elisabetta D’Acunzo, Enzo Amato, Aluei, Michele Boné, Max Fuschetto, Sasà Mendoza, Max Puglia, Lello Ferraro & Anticoro Ensemble e Gianluca Mercurio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here