News / Incontri nel verde

Alla scoperta del giardino segreto di Castel Sant’Elmo

Grazie al lavoro dell'equipe del progetto "Le Jardin" che ha costruito una scala che si arrampica fino in cima alle terrazze panoramiche con vista sul Golfo, l'angolo di paradiso terrestre che sorge sulla sommità dell'ex fortezza medievale del Vomero apre per la prima volta i battenti al pubblico
di Arianna Esposito
22 settembre 2014

C’era una volta un giardino segreto, inerpicato sulla sommità della fortezza medievale partenopea di Castel Sant’Elmo, fino ad ora inaccessibile. Un giardino misterioso e naturalmente incantevole.
Oggi finalmente questo piccolo, grande angolo di paradiso che sorge sulla collina vomerese, si appresta a rivelarsi al pubblico in tutta la sua grande bellezza.
Il tutto grazie all’opera di un gruppo internazionale di architetti, curatori, designers e artigiani che ha ideato nel 2013 Le Jardin”, progetto di arte e architettura che, una volta realizzato, ha consentito di raggiungere l’inarrivabile appezzamento di verde.
C’è voluto del tempo perché dall’idea si passasse alla pratica ma, complice l’entusiasmo e la concretezza dell’equipe che ha portato avanti l’iniziativa, si è arrivati a compimento dell’opera.
La scalaDettagli del giardinoIl giardinoVista dal castelloPiazza delle armi
Fondamentale per la messa a punto del progetto è stata la  costruzione di una scala che consente di superare poco più di 5 metri di altezza e raggiungere il varco nel tufo che conduce al giardino, fino ad oggi non accessibile. E l’impresa, è il caso di dirlo, vale la spesa perché quello che si offre allo sguardo del visitatore è uno spettacolo della natura che non ha eguali: la vista dalle terrazze panoramiche che sorgono in cima alla struttura, finora regno incontrastato di una vegetazione spontanea. Un colpo d’occhio da levare il fiato!
Ricordiamo infatti che le mura che cingono Castel Sant’Elmo terminano in un antico corpo di guardia attualmente in rovina e abbandonato da anni, sulla cui sommità esisteva questo “giardino abbandonato” che adesso, grazie all’iniziativa portata avanti dal gruppo di italiani, francesi e da uno scozzese, è stato recuperato, restituendo alla città un luogo panoramico e unico.
Si tratta di un’opera davvero pregevole, che tra l’altro è stata eletta vincitrice della terza edizione del concorso “Un’Opera per il Castello”. Un’opera il cui recupero ha consentito di restituire a Napoli l’antico avamposto del Complesso Monumentale dello storico edificio collinare.
Per chi volesse scoprire questo prezioso gioiellino immerso  nel verde, sono previste visite nei giorni di sabato 27 settembre, 4 e 11 ottobre 2014, dalle ore 12.00 alle 18.00, contemporaneamente ad altri incontri e workshop.

“Un’opera per il Castello”
Castel Sant’Elmo, via Tito Angelini, 22, Napoli
Visite: sabato 27 Settembre e sabato 4 e 11 Ottobre 2014 dalle ore 12.00 alle 18.00
Info e prenotazioni:info@lejardin-napoli.com