News / L'evento

Napoli capitale mondiale della fede: arrivano i “Giovani della Pace”

Sabato 4 ottobre, il quarto raduno internazionale promosso dal Sermig di Torino e dall'Arcidiocesi partenopea: nel capoluogo campano si ritroveranno ragazzi provenienti dal Medio Oriente, dall'Africa e dall'America Latina. Ciascuno con la propria storia da raccontare
di Roccandrea Iascone
29 settembre 2014

Appuntamento di livello internazionale sabato prossimo, 4 ottobre, a Napoli su iniziativa del Sermig di Torino, associazione giovanile cattolica per la pace, e dell’Arcidiocesi di Napoli. Nel capoluogo campano sono attesi migliaia di giovani dal Medio Oriente all’Africa, fino all’America Latina per il quarto appuntamento mondiale “Giovani della Pace“. Tra le testimonianze quelle di Februniye Akyol, cristiana aramea del Sudest della Turchia divenuta sindaco della sua città a maggioranza musulmana; di Mike Mwenda, ex bambino di strada dello Zambia, oggi laureando in giornalismo; di Davide Cerullo, un passato da baby pusher di Scampia e un presente di impegno nell’educazione; di Simona Atzori, nata senza braccia, oggi ballerina e pittrice. L’Appuntamento sarà anche occasione per presentare la “Lettera alla coscienza dell’umanità” del fondatore del Sermig, Ernesto Olivero: “E’ un testo che nasce dal grido di disperazione di tanti giovani – spiega Olivero – e sarà la base per una vera riconciliazione tra giovani e adulti”.