Aversa rende omaggio a Jommelli e Cimarosa con una ricca kermesse musicale

6 novembre, 2014 alle 12:53
194

Aversa, terra di arte e cultura, si appresta ad ospitare dall’8 novembre al 20 dicembre una prestigiosa rassegna dal forte richiamo per i cultori della musica classica.
La  prima edizione del “Jommelli / Cimarosa Festival”, che  verrà inaugurata sabato mattina alle 10.00 dinnanzi il Sedile di San Luigi, prevede una rassegna musicale articolata in dieci appuntamenti, un dovuto omaggio che il sindaco del comune del casertano rende ai due illustri musicisti del panorama melodico settecentesco.
I due compositori, di origine aversana, incisero con il loro straordinario genio la scena musicale dell’epoca, divenendo con le proprie opere, degli imprescindibili punti di riferimento per generazioni di compositori in Italia e all’estero. Ne è un esempio il celeberrimo“Matrimonio Segreto” di Cimarosa, capolavoro dell’Opera Buffa, ritenuto fin dal debutto un altissimo, inimitabile esempio di questo particolare genere.

[charme-gallery]

Ma vediamo nel dettaglio il programma di eventi previsto per la giornata di sabato.
Tra i concerti inseriti nel programma del festival, degni di nota sono quelli dell’Orchestra del Teatro San Carlo, della Fondazione Pietà de’ Turchini, dell’Orchestra del maestro Gerardo Di Lella (un concerto per grande orchestra sul cinema italiano conosciuto nel mondo, da Rota a Morricone, da Piovani a Cipriani). Nel corso dell’evento, ci sarà anche la proiezione di un cortometraggio sulla vita di Cimarosa, con l’attore Peppe Lanzetta tra i protagonisti.
Ma non è finita qui perché ricordiamo che il festival sarà anche un’occasione per valorizzare, attraverso visite guidate, il patrimonio artistico di Aversa: città ricca di storia, arte, cultura, ma anche di una tradizione religiosa e di una tradizione enogastronomica dall’impronta unica ed inconfondibile.
Infine ricordiamo che tutto ciò è stato reso possibile grazie all’intervento e al finanziamento della regione che prevede tra le altre cose un intervento materiale con il restauro ed il ripristino del Sedile di San Luigi, il monumento sito in piazza S. Domenico, a ridosso del primitivo tracciato murario normanno.
Il Sedile è l’unico sopravvissuto dei quattro di età medievale che si trovano nella cittadina ed è il più antico tra i tredici sopravvissuti in Italia, fu concesso nel 1195 dall’imperatore Enrico VI, il figlio di Federico Barbarossa, alle famiglie dei cavalieri e dei soldati aversani come ringraziamento per l’appoggio ricevuto nella guerra contro i Normanni.

“Jommelli Cimarosa Festival”
8 novembre- 20 dicembre 2014
Sedile di San Luigi, Piazza San Domenico, Aversa

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here