News / Style / Griffe napoletane

Impero Couture entra nell’Olimpo delle griffe di moda

La collezione 2014 di Luigi Auletta sfila a Venezia durante la Mostra del Cinema insieme con alcune maison più rinomate al mondo. In passerella 15 suoi capi che esaltano il fascino della donna. La filosofia aziendale dà ottimi frutti: "Alta moda a prezzi accessibili"
di Redazione
10 settembre 2013

Impero Couture, la griffe napoletana dell’alta moda femminile che da qualche anno si sta imponendo sul panorama nazionale, è approdato alla Mostra del Cinema di Venezia in occasione del Venezia Fashion Night, l’evento moda più atteso della 70ma edizione della kermesse cinematografica. L’evento firmato TvModa con la conduzione elegante e briosa di Jo Squillo, nella cornice glamour e cosmopolita della terrazza Maserati dell’Hotel Excelsior, ha visto in passerella dieci tra i nomi più cool del panorama nazionale e internazionale: Alberta Ferretti, Blumarine, Krizia, Byblos, Moschino, Roberto Cavalli, Stella Mc-Cartney, Vivienne Westwood, Loriblu e ovviamente Impero Couture.

E’ stata la prima volta che il marchio partenopeo della moda femminile si è confrontato con nomi di spessore mondiale. E Impero Couture ha vinto la sfida raccogliendo un grande interesse e il plauso di un attento pubblico per lo più appartenente allo show business, al cinema e al fashion.Impero Couture collezione 2014 5Impero Couture collezione 2014 6Impero Couture collezione 2014 10Impero Couture collezione 2014 51Impero Couture collezione 2014 76

L’alta moda si è alternata al prét a porter in una serata all’insegna della moda e della buona musica, grazie alla compagnia del sound disco di Alan Sorrenti e di Jo Squillo. Glamour ed entertainment sulla terrazza Maserati, centro nevralgico del post red carpet,

Tra gli ospiti di Impero Laura e Silvia Squizzato, le gemelle più frizzanti della tv italiana, inviate di Mezzogiorno in famiglia, entusiaste della sensualità e dell’eleganza delle creazioni Impero al punto di scegliere la griffe per i loro prossimi impegni professionali.

A Venezia, Impero Couture ha sfilato con 15 creatività, emblema delle collezioni 2014, tutte dedicate alla sensualità femminile e al suo potere: il pizzo nero che fascia il corpo in una linea bon ton priva di scollature, i drappeggi degli abiti bianchi, tipici del design Impero, il rosso trionfante della donna dalla forte personalità e le linee scivolate che impreziosiscono la figura nelle occasioni importanti.Impero Couture collezione 2014Impero Couture collezione 2014 2impero_couture_abito_trasparenzegemelle_squizzato_luigi_auletta_impero-coutureImpero Couture collezione 2014 12

Con la sfilata di Venezia, Impero Couture ha fatto, dunque, il suo ingresso nell’Olimpo dell’alta moda. La maison nata dalla passione e dall’audacia del suo designer, Luigi Auletta. Un traguardo morale che accompagna la costante crescita dell’azienda negli ultimi anni in controtendenza rispetto agli attuali trends di mercato.

“Impero è un brand dinamico, che ha fatto della crescita un percorso di vita: in 10 anni abbiamo raggiunto obiettivi importanti, tra cui quello di offrire l’alta moda a un prezzo accessibile” spiega il presidente Auletta, orgoglioso dei risultati della sua business strategy e della prossima sfilata a Venezia. “Siamo stati scelti, non ci siamo proposti per questo evento, gli organizzatori hanno ritenuto che Impero avesse le carte in regola per confrontarsi con nomi di tiratura mondiale”.