News / Arte a porte aperte

Visite gratuite nei Musei della Campania per la festa del 1° Maggio

In occasione della tradizionale ricorrenza dedicata ai lavoratori, i principali siti culturali della Terra Felix spalancheranno le porte a turisti e cittadini senza alcun obbligo di ticket: da Pompei a Capua, passando per Avellino, Oplonti, Napoli e Benevento, tanti e tutti interessanti gli itinerari in programma
di Arianna Esposito
30 aprile 2014

In occasione del 1° maggio, giornata dedicata a tutti i lavoratori, anche i musei statali prendono parte ai festeggiamenti, grazie all’iniziativa promossa dal Mibac che prevede visite gratuite per turisti e cittadini che vorranno esplorare i siti culturali della propria città. Tra queste non poteva mancare all’appello la Terra Felix che nella giornata di domani metterà in mostra le sue principali attrazioni turistiche.

Ma vediamo nel dettaglio il programma dell’1 maggio. E partiamo dal Beneventano, dove sarà possibile ammirare il suggestivo Teatro Romano, l’antica costruzione risalente al II secolo ed edificata sotto il regno dell’imperatore Adriano.
Ancora, sempre rimanendo nei pressi dell’entroterra appenninico della Campania, segnaliamo un’altra interessante meta: l’ex carcere borbonico di Avellino dall’originale struttura esagonale, progettato dall’ingegnere De Fazio, con l’assenso di re Ferdinando I e realizzato nel 1832 nel capoluogo irpino, oggi sede della Soprintendenza BAP di Avellino e del nuovo Museo Irpino del Risorgimento.

Ma non è finita qua, perché a spalancare i battenti sarà anche l’antica Domus di Via degli Orti a Santa Maria Capua Vetere (l’antica Capua), un prezioso esempio di casa romana, in cui sono ancora percepibili tracce della struttura originaria.
Spostiamoci ora  nell’area vesuviana e nello specifico a Pompei, per un giro tra gli antichi scavi archeologici e le tipiche abitazioni romane seppellite dall’eruzione del Vesuvio nel 79 d.C. e poi riportate alla luce in epoca moderna.

Domus di Via degli OrtiEx carcere borbonicoLa quadreria dei GirolaminiVilla PignatelliCertosa di San Giacomo

E una volta sul posto, una tappa d’obbligo è quella agli scavi archeologici di Oplonti, a pochi chilometri da Pompei, in quella che oggi corrisponde al centro della città moderna di Torre Annunziata e che un tempo era la città romana di Oplontis, seppellita per gran parte sotto le macerie dell’esplosione vulcanica, di cui però si sono recuperate imponenti e lussureggianti testimonianze come la straordinaria villa patrizia di Poppea e la non distante villa rustica di Lucius Crassius Tertius.

Altro giro, altra corsa! Questa volta ci fermiamo nell’incantevole Isola Azzurra, ad ammirare la bellezza senza eguali della Certosa di San Giacomo, il monastero più antico di Capri, la cui fondazione risale alla seconda metà del ‘300, come testimonia il pregevole affresco che sormonta il portale di accesso alla chiesa.

Torniamo ora nella città della sirena Partenope e scopriamo gli itinerari che ci riserva la bella Napoli.
Si parte con il Museo archeologico nazionale, per proseguire poi con il Museo di San Martino e quindi la vista a Castel Sant’Elmo, da cui ammirare il magnifico panorama del Golfo.
E a farci compagnia in questo giorno di festa, saranno anche il Museo Madre, con le sue straordinarie collezioni permanenti di arte contemporanea; i maestosi saloni di Palazzo Reale e quelli del Museo di Villa Pignatelli nonché il complesso monumentale dei Girolamini che ricordiamo comprende la solenne chiesa, la quadreria e la biblioteca.
Questo e tanto altro ancora sarà visitabile gratuitamente nella giornata di domani. Proprio un’occasione da non perdere!

Musei statali a ingresso gratuito per il 1° Maggio
1° maggio 2014, programma completo su:http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Contenuti/MibacUnif/Comunicati/visualizza_asset.html_984356857.html