Musica e antiche tradizioni a Castel Sant’Elmo

14 gennaio, 2014 alle 20:00
41

Metti un musicista noto in tutto il mondo per la magia della sua musica, aggiungici una location suggestiva come l’ex forziere medievale di Castel Sant’elmo, a ridosso dei dolci pendii collinari del quartiere  Vomero di Napoli, ed otterrai una serata unica e speciale.
Mercoledì 15 gennaio , il talentuoso  direttore d’orchestra Jordi Savall  dirigerà il suo gruppo Esperion XXI, nel concerto “Spirito d’Armenia”,  nelle sale dell’auditorium di Castel Sant’Elmo.
L’Associazione Alessandro Scarlatti, promotrice della rassegna, dà appuntamento  a tutti i  melomani e gli appassionati delle sinfonie  d’oltralpe per un evento davvero imperdibile.
Sarà un’occasione non solo per godere della musica di qualità ma anche per scoprire strumenti musicali poco noti, come ad esempio il “duduk”, tra i più antichi strumenti armeni, simbolo dell’identità nazionale,  il cui suono si avvicina al clarinetto e  al sassofono.
Ancora, nel corso della performance musicale sarà possibile udire la melodia prodotta dalla  “kamantcha”, una sorta di  antenato del violino con una cassa armonica tondeggiante.

[charme-gallery]
Lo spirito della tradizione combinato ad una forte identità storica come quella del popolo armeno, saranno i temi portanti dell’incontro che nasce dall’esigenza di valorizzare e promuovere la propria cultura d’appartenenza.
Causa sentita in prima persona dal musicista  catalano, grande interprete del repertorio melodico di rimando rinascimentale e barocco, nel 2013 insignito del prestigioso premio Echo Klassik, uno dei più ambiti riconoscimenti nell’ambito della musica classica.

“Spirito d’Armenia a Castel Sant’Elmo”
Mercoledì 15 gennaio 2014 alle ore 21.00
Auditorium di Castel S. Elmo via Tito Angelini,  Napoli
Prezzo biglietto: da 15 a 25 euro, Giovani: 8 Euro, Last minute: 3 Euro (giovani al di sotto dei 25 anni, biglietti messi in vendita un’ora prima del concerto)
Contatti e informazioni: Associazione Scarlatti, Tel081 405637

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here