Sì, è un weekend da non perdere: a Napoli arte e storia si mettono in mostra

29 maggio, 2014 alle 16:42
415

Arte, musica, cultura, danza e tanto altro per questo weekend partenopeo che si preannuncia davvero ricco  di tanti imperdibili eventi in programma.
Ma andiamo con ordine e partiamo dalla giornata di venerdì 30 maggio alle 10.45 quando i battenti del suggestivo monastero di Santa Chiara si apriranno al pubblico per una visita speciale e gratuita al Chiostro, in occasione del Maggio dei Monumenti.

A guidare i visitatori durante il percorso, ci sarà un vero e proprio esperto della “cittadella francescana” dei Decumani: Guido Donatone, autore della nota monografia sul chiostro dedicato alla Santa di Assisi.
Sempre nella giornata di venerdì, nel pomeriggio alle 17.00 nell’ambulacro di Palazzo Reale, verrà inaugurata la mostra fotografica  “Sguardi di Facciata” con le  fotografie di Luciano Pedicini, e a cura di Annalisa Porzio. Nelle sale della lussuosa dimora saranno esposte foto ricche di “sensazioni visive” che ci mostrano un volto particolare di Napoli offrendoci la possibilità di coglierne il senso profondo con scatti quasi maliziosi che sembrano divertirsi a immortalare la variopinta vita quotidiana sotto lo sguardo ironico della storia.

[charme-gallery]

Ma non è finita qua perché nell’ambito della rassegna del Maggio dei monumenti partenopeo, che ricordiamo quest’anno omaggia il grande storico Benedetto Croce e le leggende napoletane legate al vissuto del filosofo abruzzese, venerdì alle 17.00 nella suggestiva cornice di Palazzo Serra di Cassano, in via Monte di Dio, si svolgerà un’interessante conferenza a cura dell’antropologo Marino Niola, accompagnato dalle letture di Peppe Barra.

Ma passiamo ora alle giornate di sabato 31 maggio e domenica 1 giugno che vedono protagonista l’emozionante rassegna “Pausylipon, suggestioni all’imbrunire”, la serie di incontri promossi dal del Parco Archeologico Ambientale del Pausilypon, ideata dal Centro Studi Interdisciplinari Gaiola Onlus, d’intesa con la Soprintendenza Archeologica di Napoli e con il Patrocinio della Regione Campania e dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli(ingresso con visita guidata dalle 17,30 alle 18,20 – ingresso solo spettacoli dalle 18.20 alle 18,30, discesa Coroglio 36, Napoli).

Per il weekend è di scena una serata musicale all’insegna del folk con Francesco Forni e Ilaria Graziano, due degli esponenti più accreditati dello scenario underground italiano. Domenica, invece, torna in replica lo spettacolo di Gea Martire che ha riscosso grande successo di pubblico.

Ancora, la vorticosa girandola di appuntamenti all’ombra del Vesuvio prosegue con le suadenti note del tango che si diffonderanno, sabato 31 maggio dalle 19.30 con ingresso gratuito, negli eleganti spazi della Stazione di Mergellina di Napoli che si trasformerà, per una sera, in un’incredibile pista da ballo con tanto di serata danzante con ingresso gratuito.
Il progetto “Alla Stazione del Tango” nasce da un’idea di Rosario Massa, proprietario di uno dei locali più celebri di corso Vittorio Emanuele, “El Sombrero”,  che ha voluto far rinascere una delle stazioni storiche e più belle del capoluogo, attraverso questa coinvolgente iniziativa che di sicuro incontrerà il favore dei cittadini.

[charme-gallery]

Infine, in occasione del gran finale del “Maggio”, sabato 31 maggio le grandi mostre in corso a Napoli saranno visitabili fino a mezzanotte. E’ questo il caso della mostra di “Andy WharolVetrine” al Pan | Palazzo delle Arti Napoli, prevista fino alle 24.00 (ultimo ingresso alle 23.00), con biglietto scontato dalle 18.30 (ingresso a 5 euro). Domenica 1 giugno fino alle 20.00 (ultimo ingresso alle 19.00) e lunedì 2 giugno fino alle 19.30 (ultimo ingresso alle 18.30). Per Una Mostra Impossibilenel complesso monumentale di San Domenico Maggiore gli orari previsti sono sabato fino alle 24.00, domenica 1 giugno fino alle 22.00 e lunedì 2 giugno fino alle 22.00. Il programma del Maschio Angioino – Museo civico di Castel Nuovo sabato fino alle 19.00 (ultimo ingresso alle 18.30), domenica fino alle 14.00 (ultimo ingresso alle 13.30) e lunedì fino alle 14.00 (ultimo ingresso alle 13.30). Infine il Castel dell’Ovo prevede sabato apertura fino alle 19.30 (ultimo ingresso alle 18.45), domenica fino alle 13.45 (ultimo ingresso alle 13.15) e lunedì fino alle 13.45 (ultimo ingresso alle 13.15).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here