News / L'accordo

Nella Casina del Boschetto vivrà il Museo del Mare

Intesa tra Comune di Napoli e Stazione zoologica Anton Dohrn: il sito sarà ultimato entro il 2016 e sarà ospitato nella storica struttura della villa comunale di Chiaja. Il progetto prevede l’ampliamento dell’acquario, il recupero della biblioteca, un turtle point, un’area per bambini in cui realizzare una summer school incentrata sui temi del mare e una sala conferenze
di Lello Scarpato
8 luglio 2015

La Casina del Boschetto in Villa comunale è da oggi affidata ufficialmente alla stazione zoologica Anton Dohrn a seguito di un protocollo siglato con il Comune di Napoli. L’intesa prevede che nella storica struttura di Chiaja sia realizzato, a cura della stazione zoologica, il Museo del Mare. Il nuovo volto della Casina, che secondo gli auspici del presidente della stazione zoologica Roberto Danovaro, dovrebbe essere visibile alla città entro il 2016, prevede l’ampliamento dell’acquario, il recupero della biblioteca che accoglie 5 chilometri di libri e oggi inaccessibile per la presenza di amianto, un turtle point, un’area per bambini in cui realizzare una summer school incentrata sui temi del mare e una sala conferenze dove ospitare eventi culturali e di informazione. “La stazione zoologica – ha detto Danovaro – aveva bisogno di aprirsi di più alla città unendo, nello spirito di Dohrn, cultura, arte e scienza. Siamo molto grati – ha aggiunto – all’amministrazione comunale per questa concessione”.

Per quanto riguarda i tempi, entro ottobre sarà pronto il bando nazionale per la progettazione che sarà stilato grazie al supporto gratuito di Inarcassa e degli Ordini professionali di architetti e ingegneri ed entro la fine del 2015 sarà individuato il progetto vincitore così da poter iniziare i lavori di riqualificazione della Casina.
“Oggi – ha sottolineato il sindaco Luigi de Magistris – è un giorno importante non solo per Napoli, ma a livello nazionale e internazionale. Questo ulteriore passaggio segue la nostra chiara volontà politica di togliere la Casina del Boschetto dal piano di dismissione del patrimonio comunale ed è un ulteriore passo per riqualificare la Villa comunale dove sono già in coso dei lavori tra cui quelli della storica Cassa armonica“.