News / Sapori

Sorrento, Pasqua di solidarietà a…quattro zampe con le uova dei maestri pasticcieri

Un superteam di artisti del dolce (c'è anche Sal De Riso) realizzerà un gustoso poker di uova di cioccolato da mettere in vendita attraverso una simpatica riffa. Il ricavato sarà devoluto a tre associazioni che si occupano di cani e gatti abbandonati
di Mariarosaria Vela
10 aprile 2014

Se lo zar Alessandro III di Russia faceva preparare i famosi manufatti a forma di uova dal gioielliere Fabergé, come dono di Pasqua per la moglie Maria Fyodorovna, l’Associazione Amici degli Animali Sorrento ha chiesto a quattro Maestri Pasticceri di realizzare altrettante uova di cioccolato da mettere in vendita. Il ricavato andrà a tre associazioni che si interessano di cani e gatti abbandonati. Così, chi vorrà collaborare a questa raccolta fondi e vorrà tentare di aggiudicarsi un uovo di Pasqua d’autore, potrà acquistare un biglietto, al costo di 10 euro.

La dolce riffa animalista è collegata all’estrazione del lotto di sabato 19 aprile. I biglietti sono in vendita: a Sorrento presso il Bar Syrenuse, dove ci sarà un uovo realizzato da Sal De Riso. A Napoli, presso il ristorante Donnanna, in via Posillipo 16, troverete invece quello creato dal maestro pasticcere di Montesano Scalo (Salerno) Giuseppe Manilia. Mentre a Montesarchio, in provincia di Benevento, negli spazi della pasticceria Stella Ricci, ci sarà la bontà di cioccolato di Stella Ricci. Ma non è ancora finita. A San Giorgio a Cremano, infatti, nella pasticceria di Sabatino Sirica, troverete la splendida “creazione” di Sirica.

Il ricavato sarà consegnato, a fine aprile, alla presenza del Garante degli animali, Stella Cervasio, e dei responsabili delle tre associazioni, nell’elegante cornice del ristorante Donnanna di Napoli. Si aiuteranno: Il Rifugio di Charlie, di Acerra, che tra l’altro ha lo fratto, dove vivono 40 cani educati da esperti cinofili; l’Associazione Aima di Rossella Labarbera; la Lega Pro Animali di Castel Volturno e l’Associazione sorrentina “Amici Animali”, coordinata da Desiree Ioviero.