Pomigliano jazz, festival itinerante sulle orme del Grand Tour

2 luglio, 2014 alle 17:36
305

Un festival di jazz itinerante sulle orme del Grand Tour: con l’anteprima di George Benson all’Anfiteatro romano di Avella il 10 luglio prende il via la 19/a edizione del “Pomigliano Jazz in Campania” che abbina musica ad itinerari nei luoghi più belli del Vesuviano e dell’alto nolano con location d’eccezione: Villa Cappelli di Pollena Trocchia, le Basiliche Paleocristiane di Cimitile, il palazzo Mediceo di Ottaviano, il parco delle Acque di Pomigliano d’Arco, il Gran Cono del Vesuvio. Location da mille e una notte che dal 15 al 20 luglio ospiteranno star internazionali e talenti locali.

Protagonisti dell’edizione 2014 della kermesse saranno il sassofonista Kenny Garrett con il suo quintetto, il trombettista Tom Harrell con formazione a due bassi, il progetto Volcan, il supergruppo Gonzalo Rubacalba con Horacio ‘Negro’ Hernandez, Giovanni Hidalgo e Armando Gola, il pianista Michele Campanella e il sassofonista argentino Javier Girotto, il fisarmonicista francese Richard Galliano, ospite Marco Zurzolo, e ancora i musicisti del progetto anglo-italiano “Lifestories“, “Locus Mood“, “Travelongue“, il quintetto di Stefano di Battista, i Tricatienpo e Alessio Bertallot.

[charme-gallery]

“Abbiamo creato un programma che mette armoniosamente insieme un festival di musica jazz con la bellezza dei luoghi d’interesse storico, scenari incomparabili – ha spiegato l’assessore regionale al Turismo Pasquale Sommese presentando l’evento con il direttore del festival Onofrio Piccolo – Alle emozioni della musica dal vivo in alcuni simboli del Grand Tour abbiamo voluto unire l’incanto di un concerto sul gran cono del Vesuvio, un evento nell’evento. Questi luoghi e la musica di qualità del ‘Pomigliano’ rappresentano una unione di successo per valorizzare le eccellenze della nostra terra, nella certezza che ciò rappresenta un tutt’uno con la crescita pulita e sostenibile dell’economia campana”.

Proseguirà quindi anche l’azione di “Green Jazz” progetto per la riduzione dell’impatto ambientale del festival che collabora con Slow Food Vesuvio e Agro Nolano. Previste anche visite ad aziende agricole e laboratori del gusto, mostre e “guide all’ascolto” del jazz, attività per bambini. Tutti gli eventi sono gratuiti (eccetto i concerti di Benson, Garrett e Galliano). Il festival è organizzato dalla Fondazione Pomigliano Jazz e dal Comune con il co-finanziamento dell’Assessorato al Turismo regionale, Mibact, Ente parco nazionale del Vesuvio e dei comuni dell’area coinvolti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here