Pompei e Boscoreale sognano la passeggiata archeologica

13 gennaio, 2015 alle 11:31
243

Un patto a due. Un’alleanza municipale per rendere finalmente concreto un progetto vecchio di 30 anni che dia vita ad una “passeggiata archeologica” lunga 900 metri. A siglare l’intesa e a spingere affinché dal sogno si passi finalmente alla realtà sono le due amministrazioni comunali di Pompei e Boscoreale. L’idea è di rendere fruibile un percorso di poco meno di un chilometro che, seguendo il corso del Canale Conte Sarno, collega le due città vesuviane unendo via Settetermini (nel comune di Boscoreale, ove ha sede, a pochi metri dai resti dell’insediamento rustico di Villa Regina, il celebre museo archeologico Antiquarium) con via delle Tombe che ricade nel territorio della città mariana. Per affrontare insieme la questione i due enti hanno sottoscritto un protocollo d’intesa e gli uffici tecnici stanno lavorando alla stesura di un progetto definitivo. Resta il nodo dei finanziamenti per i quali sindaci e assessori al ramo intendono battersi. Non a caso, fanno notare, l’area in cui è inserita la passeggiata è interessata dal percorso di valorizzazione degli elementi caratterizzanti l’agricoltura e il paesaggio tipico vesuviano, contenuti nell’intervento “Novus Ager” presentato al tavolo del Piano Unesco e del relativo Piano Strategico di Valorizzazione. Tra le ipotesi che circolano quella di coinvolgere la regione Campania con un nuovo bando per l’accelerazione della spesa. In alternativa i due enti pensano di poter utilizzare i fondi stanziati dello Sblocca Italia per le opere ferme da anni.[charme-gallery]