Con Kimbo e Kosè la qualità è servita in tazza

1 giugno, 2007 alle 22:10
551

Un buon caffè deve avere quattro qualità: nero come il diavolo, caldo come l’inferno, puro come un angelo e dolce come l’amore: così declamava Charles Maurice De Talleyrand, Principe di Benevento, a proposito di quella bevanda scura ed aromatica che è diventata un rito della vita quotidiana. Correva il 1693, quando il napoletano Giovan Francesco Gemelli Careri documentava in loco l’usanza turca e persiana di sorseggiare cavè o caffè; e, mentre altrove si discuteva dei benefici o della peccaminosità della nuova bevanda, i partenopei accoglievano sempre con maggiore interesse i primi lotti di caffè provenienti dalla penisola arabica. Alla fine del XVIII secolo, l’abitudine di bere caffè si era ormai consolidata in tutta la città, dai quartieri “alti” di Posillipo a quelli “popolosi” della Sanità. Ed è proprio qui, nel cuore della Napoli antica che, cinquanta anni fa, tre fratelli – Elio, Francesco e Gerardo Rubino – in una piccola torrefazione dettero vita a ciò che oggi è una prestigiosa realtà aziendale, molto apprezzata sia a livello nazionale che internazionale: Cafè do Brasil. Negli anni ’60, con l’avvento di nuovi sistemi di confezionamento del prodotto “in lattina”, i fratelli Rubino fecero propria questa innovazione, con una conseguente crescita esponenziale dell’azienda che, con i suoi due marchi Kimbo e Kosè, in breve tempo divenne una delle principali torrefazioni a livello europeo.[charme-gallery] A detta dell’ingegnere Michele Rubino, l’esperienza di 50 anni nella torrefazione e distribuzione di caffè di tradizione napoletana, costituisce il punto di forza della Cafè do Brasil: dalla selezione delle materie prime fino alle ultime fasi del processo produttivo, l’unico obiettivo è la qualità del prodotto. Il magico percorso che permette di assaporare l’inconfondibile aroma dei prodotti “Cafè do Brasil” e che fa la bontà di una tazzina di caffè “dipende innanzitutto dalla qualità delle materie prime – svela Sergio Di Sabato, responsabile del marketing -. Ed è per questo motivo che noi dedichiamo molta cura alla selezione dei chicchi verdi direttamente nei paesi d’origine. Una volta arrivato in sede, il caffè passa alle diverse fasi della produzione, mirando a ottenere una miscela che mantenga il proprio standard costante nel tempo; infine si provvede al confezionamento del prodotto in busta e in lattina e alla sua diffusione”. Per grande che sia, la società opera come un’impresa familiare in cui tutti lavorano con grande passione per sorprendere i clienti con la ricchezza dell’offerta e la puntualità del servizio al canale. Grazie ai loro marchi e a sponsorizzazioni di eventi speciali, i Rubino hanno favorito la diffusione della cultura dell’”espresso” sia in Italia che all’estero. Nel fortunato e competente team della Cafè do Brasil, giocano un ruolo determinante anche tre giovani lady di ferro: Marizia, Alessandra e Paola Rubino, ognuna con competenze aziendali specifiche: la prima è anima della comunicazione, Alessandra deputata al settore legale, Paola è invece destinata alle attività di promozioni ed eventi.

Cafè do Brasil
Via Appia km 22,648
Melito (Napoli)
Tel. +39.081.7011200
www.kimbo.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here