Spaghetti con l’astice al limone procidano. Profumo e sapore doc

22 gennaio, 2016 alle 15:00
249
ricetta spaghetti astici

Prodotti freschi ed il piatto non potrà che essere quello più buono che abbiate mai cucinato e mangiato. Pubblichiamo questa nuova ricetta ricevuta dal nostro oramai più che fan, amico procidano Gianluca Costagliola. L’amore per la sua isola, la passione per la buona cucina, e il legame con i suoi familiari, si riversano poi in questi scritti che condivide con noi e con i nostri lettori per mostrare a tutti quanto di bello, buono e particolare può offrire un’isola come Procida. Pubblichiamo tel quel.

“Dopo le feste, di solito, ci si mette a dieta per recuperare la forma “atletica” persa. Ma se, di domenica mattina dopo le vacanze natalizie, esci a fare un giro assieme a tua figlia e questa, passando davanti alla pescheria di fiducia, ti fa capire di voler nuovamente mangiare gli spaghetti con l’astice che ha mangiato durante le festività, tu non ci pensi due volte e chiedi all’amico pescivendolo i due migliori astici del suo acquario (ne troppo piccoli ne troppo grandi) per poi preparare alla piccola quanto desiderato.

E cosa succede poi? Succede che quando subito dopo torni a casa e spieghi alla tua consorte perché hai ricomprato gli astici, esaudendo un desiderio della bambina, ti senti dire che noi papà siamo sempre i soliti tontoloni e che alla prima faccina dolce ci sciogliamo come il burro al sole. Infatti, è vero!! E credo che tutti i papà siano coscienti e felici d’essere “burrosi”. L’essere paragonato al burro però, mi ha dato subito un idea sul come preparare lo spaghettino della domenica. Seguitemi in quel che ho fatto.

Ho tagliato gli astici per lungo e li ho puliti, rompendo le chele e estraendone la polpa.

Intanto in una padellona larga  ho scaldato dell’olio con uno spicchio d’aglio intero e ho poi messo in pentola anche gli astici dalla parte della polpa ed i pezzettoni ricavati dalle chele. Tutto, assieme a tre fette di  limone, ovviamente locale mando a scriverlo. Dopo appena due minuti ho tolto sia l’aglio che il limone, continuando la cottura dei due astici per pochi minuti a fuoco lento. Circa dieci.

In una pentolina, intanto,  ho fatto sciogliere il burro unendo il succo di un limone e del prezzemolo tritato. Poi insieme ad un pizzico di sale ho aggiunto la scorza grattugiata di metà limone e ho mescolato fino ad ottenere una densa salsina.

Spento il fuoco, ho aggiunto ancora un po di  prezzemolo tritato. E che profumo che emanava. Scolata la pasta al dente , ho mantecato tutto assieme con il saporitissimo e profumatissimo sugo. Ho impiattato e ho servito alla piccola ed al resto della compagnia.

Mi sono sembrati tutti felici e soddisfatti. Questi gli ingredienti che ho usato per 4 persone:

400 gr di spaghetti di grano duro, 2 astici freschi medi, spicchio d’aglio in camicia, succo e buccia di un limone di Procida (diversamente almeno 2 limoni), prezzemolo in buona quantità, sale, olio extravergine di oliva e 200 gr di burro.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here