La festa ha il sapore del mare nel borgo dei pescatori della Costa di Amalfi

3 dicembre, 2014 alle 16:41
164

A Cetara, alla riscoperta degli antichi sapori. Da domani fino al 7 dicembre, l’amministrazione comunale del rinomato borgo di pescatori, in provincia di Salerno, con il patrocinio della Camera di commercio di Salerno e del Parco regionale dei Monti Lattari, promuove l’edizione 2014 della “Festa della colatura di alici“. Un evento assolutamente da non perdere per appassionati di gastronomia e di tradizioni culinarie. Di tutto rispetto il programma messo a punto per la kermesse. Si parte subito forte domani sera, giovedì 4 dicembre, negli spazi dell’Hotel Cetus, con l’apertura del “laboratorio del gusto” sul tema “Riconoscere la colatura di alici di Cetara“, a cura di Slow Food, condotta della Costa d’Amalfi, e dei ristoratori di Cetara. Al laboratorio parteciperanno rinomati chef della regione Campania, giornalisti ed esperti di enogastronomia, che descriveranno le qualità di questa “salsa” liquida trasparente dal colore ambrato, che viene prodotta da un tradizionale procedimento di maturazione delle alici in una soluzione satura di acqua e sale, che ha origini antichissime. Venerdì 5 dicembre si darà inizio alla “Festa” vera e propria con una tavola rotonda allestita nella Sala polifunzionale “M. Benincasa“, alle 18, sul tema “Una Dop per la colatura di alici di Cetara“. A seguire, dopo la ”spillatura del tradizionale Terzigno”, che sancisce l’avvio della colatura “nuova”: in piazzetta Vieski i ristoratori di Cetara faranno degustare i piatti tradizionali della cucina locale. Spazio poi agli eventi in programma nella giornata di sabato 6 dicembre quando, nel ricordare il grande gastronomo amalfitano Ezio Falcone, con la consegna del Premio a lui dedicato, dalle ore 18 in poi, nelle Scuole comunali, prenderà il via la gara popolare di cucina della tradizione. Domenica 7 dicembre, infine, giorno di Vigilia dell’Immacolata, nei ristoranti di Cetara speciali menù degustazione comprendenti piatti tradizionali e innovativi a base della “nuova” colatura di alici.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here