Totani e patate alla Praianese, piatto incantato di costiera

19 giugno, 2015 alle 11:38
191
totano patate praianese

Le ricette della cucina tradizionale della Campania.

La cucina dell’antico borgo di pescatori giù a quella che oggi è la Marina di Praia, è  da sempre stata ricca di pesce. In questo piatto dove protagonista è il mollusco totano, viene rispettato l’uso di prodotti locali e di basso costo, proprio come era la cucina dei tempi passati nelle case dei pescatori. Questo, è anche un piatto che dimostra sempre più il matrimonio perfetto tra pesce e molluschi con le verdure e gli ortaggi. Ma passiamo ai fatti e vediamo cosa occorre e come lo cucinano a Praiano.

Ingredienti per 4 persone: 1 kg totani freschi, 500 gr patate, 1 bicchiere vino bianco, 250 gr pomodorini, 1 spicchio di aglio, olio evo, sale, pepe o peperoncino, prezzemolo in abbondanza, crostini di pane

Preparazione

Pulire per bene i totani e tagliarli a rondelle, così come tagliare le patate a tocchetti piccoli. In un tegame largo, versando olio a sufficienza, fate rosolare l’aglio tritato e appena imbiondito aggiungete subito i totani e le patate. Mescolate per bene e fategli prendere un po’ di colore. Versate quindi il vino bianco, falanghina se possibile. Evaporato il vino, aggiungete ora i pomodorini tagliati almeno a metà, datterini se li trovate. A questo punto salate e aggiungete anche il prezzemolo. Mescolate per bene e fate cuocere per un paio di minuti. La cottura, che dovrebbe durare una ventina di minuti, la continuato versando a questo punto un bicchiere d’acqua.

Se eventualmente vi accorgete che si sta asciugando, versate ancora altra acqua (motivo per cui in un pentolino a parte dovrete tenere a scaldare una scorta d’acqua). Solo assaggiando potrete accorgervi del punto di cottura. Devono essere morbidi. Raggiunto questo, se piace, aggiungete una piccola spolverata di pepe bianco, e quando impiattate, di lato mettete dei crostini di pane. Un tocco in più sarà abbellire il piatto con foglioline di prezzemolo. Vino bianco freddo è d’obbligo per accompagnare il piatto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here