Sapori / Ricette della cucina campana

Spaghetti con le Cicarelle. Frinio di sapore di mare

Da Procida, l’isola di Arturo, perla del golfo di Napoli ci arriva questa ricetta tipica locale che esprime tutto l’amore verso i sapori del mare
di Sergio Gradogna
3 marzo 2015

Le ricette della cucina tipica della Campania.

Un nostro affezionato lettore, il dt. Gianluca Costagliola, procidano doc ed appassionato chef di casa, ci ha inviato questa saporitissima ricetta della cucina tradizionale isolana e ve la pubblichiamo con immenso piacere. Per il palato sarà un vero godimento.

Ingredienti per 4 persone: 350/400 gr di Spaghetti, 500/600 gr di cicale di mare, 100/150 gr di pomodorini datterini, 1 spicchio d’aglio, ½ bicchiere di vino bianco, prezzemolo tritato e a rametti, sale pepe olio qb

Preparazione

Dopo aver lavato le cicale sotto l’acqua corrente tagliare con l’aiuto delle forbici i carapaci ai lati. Fare soffriggere le cicale cosi tagliate in una padella in cui si è scaldato l’olio (extravergine di oliva) con uno spicchio d’aglio, sfumando tutto con il vino bianco per alcuni minuti.

Togliere le cicale dalla padella e unire i pomodorini, il prezzemolo e il sale  avendo cura di levare lo spicchio d’aglio. Nel mentre i pomodorini e il prezzemolo cuociono, svuotare la metà delle cicale e aggiungere la polpa così ottenuta al sughetto lasciando le altre al caldo per poi usarle per guarnire i piatti prima di servire.-

Gli spaghetti vanno cotti in abbondante acqua salata e scolati molto al dente per poi completare la cottura in  padella, aggiungendo un po’ dell’acqua di cottura, insieme al sughetto unendo solo verso la fine il prezzemolo tritato e il pepe.

Servire in un piatto piano abbastanza grande per guarnire gradevolmente gli spaghetti con le cicale tenute da parte e con i rametti di prezzemolo.

Tempo di preparazione 30 min