Sapori / Le ricette della cucina napoletana

Sapori antichi sulle tavole napoletane. Impepata di cozze

Piatto pregiato per gli antichi romani dal palato fine, arriva sino ai nostri giorni con immutato sapore. Cozze dei Campi Flegrei se possibile in questa ricetta per uno dei piatti più conviviali della cucina made in Naples
di Iolanda Canale
3 giugno 2014

Le ricette della cucina napoletana tradizionale

Un piatto semplicissimo, tradizionale campano. Antesignano, sotto certi aspetti, della cottura a vapore. Per ottenere una buona impepata, infatti, le cozze vanno semplicemente messe in pentola e coperte. Ci penserà’ il vapore che svilupperanno, proprio perché coperte, a portarle al giusto grado di cottura.

Le cozze riscuotevano grande successo già nell’antichità: i Romani le consideravano un piatto pregiato e Plinio le definiva addirittura “palma mensarum divinum”. Lo storico si riferiva però alla specie Mytilaster minimus e non alla Mytilus galloprovincialis, introdotta molto più tardi nel golfo di Napoli, dove nasce l’impepata classica. Secondo la tradizione, per un’impepata eccezionale occorrono cozze di Baia, del lago Fusaro o del lago Lucrino, cioè dei luoghi dei Campi Flegrei, dove la coltivazione avviene da secoli.

Ingredienti per 4 persone: 1 Kg di cozze, 1 cucchiaino di pepe nero.

Preparazione

Pulire bene le cozze (eliminando il bisso e le incrostazioni esterne) e lavarle sotto l’acqua corrente.

Metterle in una pentola con coperchio, senza aggiungere null’altro.

Cuocere a fuoco vivace fino all’apertura di tutte le cozze.

Aggiungere il pepe e dare una bella mescolata.

Il piatto è pronto.

Si può aggiungere una fresella di grano integrale (pane croccantissimo) in fondo al piatto ed irrorarla con l’acqua rilasciata dalle cozze (opportunamente filtrata). Poi si ricopre completamente con le cozze.

Buon appetito.

Fonte: www.brigatadicucina.it