Insalata di rinforzo. Sapori, storia e significato

23 dicembre, 2013 alle 12:43
180
Insalata di rinforzo

Le ricette della cucina napoletana tradizionale.

Due le scuole di pensiero più accreditate sul significato “di rinforzo” attribuito a questa insalata. La prima è quella dettata dalla pratica di uso comune che la vede al centro tavola durante tutto il periodo festivo, quindi sino ad oltre capodanno, perchè essendo composta da diversi prodotti, può essere rinnovata, da questo “rinforzata”, con nuovi ingredienti o con l’aggiunta di quelli in precedenza consumati. Altro significato, invece, la vede legata alle portate natalizie di rito, pasta e qualche pesce. Componendo questi ultimi un pasto leggero, questa insalata mista servirebbe per dare consistenza e sapori forti ad una cena di base magra. Prova di quest’ultima interpretazione ne è quanto scritto dal Cavalcanti nel suo scritto dedicato alla cucina.

Ingredienti (per 4 persone):

1 cavolfiore di medie dimensioni
100 gr olive nere di gaeta
100 gr olive verdi
100 gr papaccelle
50 gr capperi sotto sale
100 gr sottaceti misti
10 alici sotto sale
100 gr melanzane sott’olio
Olio di oliva
Aceto per insalate
Sale

Preparazione

Lessare il cavolfiore in abbondante acqua salata dopo averlo diviso in tante piccole parti. Attenzione o non farlo diventare troppo morbido altrimenti si sfalda.  Deve rimanere sufficientemente sodo. Scolarlo e lasciarlo raffreddare, meglio se in frigorifero. Nel mentre, tagliare le papaccelle a striscioline. Raffreddato il cavolfiore, mischiatelo assieme a tutti i componenti delicatamente per non ridurre a poltiglia il cavolo. Irrorare con olio e aceto quanto basta. Controllare la salatura. L’insalata è pronta. Conservarla nel frigo ogni giorno che non viene del tutto consumata e servire sempre fredda.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here