Sapori / Le ricette della cucina napoletana

Un piatto che rende signori. Spaghetti alla “puveriello”

Profumo invitante, e sapore intenso. Questo, uno dei piatti della tradizione storica dei borghi e degli antichi quartieri, che riprende sempre più posto sulle tavole napoletane
di Iolanda Canale
31 luglio 2015

Le ricette della cucina napoletana tradizionale.

Piatto povero, anzi poverissimo; la cucina antica della Napoli popolare si nutre dei sapori semplici e intensi di chi, in casa, aveva a disposizione soltanto un uovo, spaghetti, e poco altro. Come tutti i piatti poveri è saporitissimo, pochissimi ingredienti ma il successo è assicurato. Già il profumo che emanano mentre si mescolano gli spaghetti, nella padella, con tutti gli ingredienti è molto invitante. Anche il “puveriello” si fa “signore” quando si accomoda alla sua tavola…!

Ingredienti per 4 persone: 320 g di spaghetti, 4 uova, 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, 1 cucchiaino di sugna, sale, pepe nero in granuli da macinare, 4 cucchiai di parmigiano grattugiato.

Preparazione

Lessare gli spaghetti in abbondante acqua bollente salata.

Nel frattempo, in una padella larga, sciogliere la sugna con l’olio. Versare le uova, adagiandole senza romperle, facendo rassodare l’albume e mantenendo il tuorlo semicrudo. Alzare la pasta dall’acqua con un forchettone e versarla sulle uova. Rigirare il tutto energicamente, a fuoco forte, rompendo il tuorlo, e mantecando con parmigiano e pepe nero macinato.

Fonte : www.brigatadicucina.it