Sapori / Le ricette della cucina campana

Linguine alla pezzente. Gusto ricco dalla Grotta dello Smeraldo

Costiera Amalfitana terra ricca di tradizioni anche in cucina e lo dimostra con questo piatto tipico dei borghi dei pescatori della zona, semplice ma pieno di sapore
di Sergio Gradogna
5 febbraio 2015

Le ricette della cucina tradizionale della Campania

Conca dei Marini è una della frazioni della Costiera Amalfitana con la costa più bella. Non a caso è qui che troviamo la Grotta della Smeraldo. E se dopo un tour in queste zone, vi fermate in qualche locale tipico, provate a chiedere di essere serviti questo piatto. Un gusto deciso e pieno. E come si intuisce dal suo nome, queste linguine sono proprie di una cucina povera ma nella quale ingredienti semplici e genuini sono garanzia di bontà assoluta.  Tutto rispettando anche la tradizione gastronomica locale, che spesso sposa prodotti della terra con quelli del mare

Ingredienti per 4 persone: gr 400 linguine (pasta di Gragnano se possibile), gr 200 baccalà, gr 100 noci sgusciate, 4 acciughe salate, sale, olio, aglio, peperoncino, prezzemolo tritato.

Preparazione

In una padella fate rosolare, in un poco d’olio di oliva, due spicchi d’aglio e peperoncino tritato. Aggiungere il baccalà già precedentemente già ammollato e tagliato a pezzetti, le acciughe deliscate e spezzettate finemente, e infine le  noci sgusciate.

Queste è necessario prima pestarle in un mortaio o tritarle a granuli, fino ad ottenere una pasta cremosa ed omogenea. Salate quanto basta. Diluite il tutto con due cucchiai di acqua calda e fate cuocere per circa 10 minuti, rimestando di tanto in tanto.

A parte cuocete le linguine che, al dente, scolate e fate saltare in padella con il sugo a cui aggiungete un cucchiaino di olio extravergine di oliva e prezzemolo tritato.