Si visita il giardino che dà vita al limoncello

8 agosto, 2013 alle 21:04
114

Storia di sapori e vedute mozzafiato, quella della famiglia Massa, da sempre legata al mito della Terra delle Sirene. Da una parte, Sorrento, con i suoi panorami fiabeschi. Dall’altra, i colori sgargianti e gli aromi penetranti delle plurisecolari coltivazioni di limoni. Quello stesso affascinante mix che ancora oggi è possibile ammirare nei lussureggianti giardini di limoni delle “Grottelle”, dove nasce il vero limoncello (guarda video), il tipico e inimitabile liquore di agrumi. Un itinerario suggestivo che Villa Massa offre a visitatori e turisti di tutto il mondo, a un tiro di schioppo dalla città del Tasso: una sorta di museo all’aperto, inserito tra le tappe dell’itinerario “Le Vie dei limoni”, memore di un’epopea che ancora oggi si perpetua grazie al più straordinario e apprezzato degli infusi: il “limoncello”, il liquore di agrumi riconosciuto ambasciatore di un’arte antica che affonda le radici nel Medio Evo.[charme-gallery]

I giardini “Le Grottelle” prendono il nome dal vecchio sentiero che da Monte Faito scende attraverso i Casali di Vico Equense e giunge fino alla piana di Sorrento. Un limoneto storico, dunque. Che affonda le proprie radici nei secoli bui del Medioevo, quando i commercianti della Repubblica di Amalfi trasportarono la coltivazione degli agrumi sul Vecchio Continente.

Accadde poi che, sul finire del XVIII secolo, le nuove piante soppiantarono per sempre la coltivazione di gelso, trovando nel fertile terreno vulcanico e nel microclima della Costiera l’ambiente ideale in cui proliferare. Da quel momento, i limoneti modificarono per sempre il paesaggio della Penisola sorrentina, moltiplicandosi come in un anfiteatro naturale, su piccole colture e dolci terrazzamenti degradanti verso il mare. Il paesaggio divenne allora un vero incanto: fonte di struggente bellezza e ispirazione perenne per artisti e visitatori del calibro di Torquato Tasso, Gianbattista Vico, Ibsen, Goethe, Wagner, Nietzsche ed Enrico Caruso.[charme-gallery]

Sul finire del XIX secolo la fama dei limoni di Sorrento aveva già conquistato i mercati di mezzo mondo. Quando, poi, la concorrenza agrumicola iniziò a farsi sentire, i contadini della Terra delle Sirene non si persero d’animo e si attrezzarono per rendere ancora più buoni e inimitabili i loro frutti gialli, ritardandone la maturazione con arditi pergolati in pali di castagno montati nei campi che servivano da sostegno a coperture vegetali realizzate con paglia intrecciata o cannucce. Uno spettacolo nello spettacolo, che aggiunse fascino e colpo d’occhio ai verdi giardini della Penisola, la unica e vera fonte dell’inconfondibile limoncello. E che ancora oggi, proprio come un tempo, è possibile ammirare nel limoneto delle Grottelle. Autentico eden in terra in cui natura, sapori e tradizione non hanno mai smesso di andare a braccetto.

Villa Massa
Limoneto“Le Grottelle”
Via Tommaso Astarita, 34
80062 Meta di Sorrento (Na)
Per prenotazioni visite al giardino:
tel. +39.081 533.32.82
servizioclienti@villamassa.com
www.villamassa.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here