Il tacco a spillo è nato a Materdei

23 giugno, 2007 alle 18:54
437

Una vita per la moda, partendo dal basso: ovvero, dai piedi. L’avvincente storia del calzaturificio Valentino incomincia agli albori del ‘900 con i manufatti ideati da Vincenzo Valentino che si affermano in Europa per l’altissimo livello delle lavorazioni, eseguite intermente a mano, la perfezione delle rifiniture, la qualità finissima dei materiali, tra cui piet e dure e semipreziose come ametiste, coralli, lapislazzuli, agate, giade. Poi comodità ed eleganza, che hanno presto fatto della Valentino Shoes Company uno dei migliori al mondo in tema di scarpe da donna. Negli anni ’50, avviene il passaggio di consegne al figlio Mario che prende le redini dell’azienda, di cui rinnova location e standard operativi, battezzandola col proprio nome e portandola al centro città, a Materdei, poco lontano dal Cimitero delle Fontanelle. E, inventando il lungo tacco a spillo che slancia la donna dalla caviglia alla vita, trasforma in “must” le tracolle in nappa morbidissima, le eleganti scarpe in velluto dal tacco altissimo, i sabot in raso operato, le intramontabili Chanel in capretto abbinate a borse impunturate con catene intrecciate alla pelle, le eccentriche decolleté in serpente argentato da accompagnare con pochette luminescenti, le comode ballerine in camoscio multicolore, i pratici mocassini stile yacht in pelle a motivi marinari. [charme-gallery]La ricetta del successo del marchio Mario Valentino (contraddistinto da tre loghi “Valentino” su borse, valigie, suitcase, oggetti di cuoio, raccoglitori, scarpe, cinghie e guanti) ha come ingredienti fondamentali la forte progettualità e lo straordinario lavoro di squadra con giovani designer specializzati. Ancora oggi il centro operazioni della ditta “Mario Valentino” è a Napoli, dove è possibile ammirare le produzioni donna più recenti con scarpe dal profilo affusolato e tacchi a stiletto per la sera nei colori “classici” nero, oro, argento e bronzo, e il reparto-uomo dove spiccano raffinati modelli inglesi di scarpe dalla forma arrotondata, con un look evergreen che non stanca mai, dai pellami indistruttibili, cucite e impunturate a mano come le cinture e i portafogli in cuoio e tutta la pelletteria di lusso per ufficio, business, tempo libero. A dirigere con mano sicura la prestigiosa ditta ormai nota in tutto il mondo oggi è Vincenzo Valentino, che ha intrapreso con tenacia e tante grandi intuizioni il percorso tracciato dal padre. Degni successori i figli Bianca, Maria, Vincenzo e Giulia. Per i mercati asiatici e gli Emirati Arabi, l’azienda crea anche abbigliamento in stoffa: le collezioni per il 2008 propongono colori pastello in tutte le nuance, il rilancio del “testa di moro” in varie sfumature per svelte pochette e capienti borse oversize – come decretano le passerelle top – trattate con lavorazioni tecnologiche, cuciture particolari, metalleria in ottone patinato per il settore sportswear. [charme-gallery]Nel campo delle calzature femminili, invece, accanto alle tipologie basic dalle forme regolari e dai tacchi di cinque centimetri, c’è un grande ritorno alle elaborazioni sofisticate di modelli “cult” di linea slanciata con tacchi da 10, fasce e lacci impreziositi da jais e cristalli, applicazioni di ricami e ramage scintillanti, uso di delicatissimi trafori che disegnano arabeschi punteggiati da Swarovski per le grand soiré.

Mario Valentino
Via Fontanelle 85, Napoli
tel 081.544.13.80
Tel. 081.7644262
Via Borgonuovo 27, Milano
Tel:02 805.4744
www.mariovalentino.it
Show Room:
Via Calabritto, Napoli