Gallotta, gioie classiche che seguono la moda

1 giugno, 2007 alle 17:44
687

Smeraldi, rubini e zaffiri secondo tradizione; onici, agate e tutta la gamma dei semipreziosi secondo innovazione, con qualche piccola variazione su tema che aggiunge pizzichi di originalità. Sono questi i must di Gallotta, la gioielleria di Chiaia, che da oltre mezzo secolo illumina di gioie i volti delle signore napoletane. Negli storici locali di Palazzo Sant’Arpino, praticamente in angolo con piazza Santa Caterina, ideati nel 1956 dall’architetto Avena ed ancora assolutamente intatti, Ferdinando Gallotta apriva boutique assieme al figlio Bruno per assecondare meglio quella passione per i gioielli che l’aveva conquistato così tanto da decidere di intraprendere una nuova via rispetto a quella che era la principale attività della famiglia. Già, perché in realtà l’esercizio dei Gallotta è ben più antico: era il 1922 quando, nella vecchia zona del Borgo Orefici, il capostipite – nonno Ferdinando – commerciava in diamanti, un ramo dal quale si comincia a distrarre nei primi anni Quaranta per il prevalere di uno spiccato interesse per la gioielleria. [charme-gallery]E’ così che, per naturale sbocco di questa attenzione, nasce il negozio di via Chiaia, centro dello shopping di classe napoletano, dove tutt’ora il mestiere di famiglia si rinnova con Bruno e con i suoi figli, Ferdinando e Massimo. Oggi, come al tempo, la peculiarità delle creazioni Gallotta resta quella dei gioielli di stile classico, frutto di un accurato design unito a un’abile lavorazione della materia – l’oro e le pietre preziose – trattata con attenzione dai più abili tra gli artigiani orafi. Naturalmente l’offerta dei prodotti è portata anche con intelligenza, ovvero seguendo le tendenze della moda e l’evoluzione del gusto. Ed è così che nelle singole vetrine – solo un assaggio dell’assortimento interno – fanno capolino collane, bracciali, ciondoli, orecchini capaci di assecondare i desideri più svariati; da quelli delle signore in cerca di monili del valore da capogiro da sfoggiare per la grande soirée e appuntamenti over the top, a quelli per i momenti più dinamici della sempre più serrata vita quotidiana cui ben si addicono, specialmente d’estate, lavorazioni meno impegnative. Per intenderci, grande spazio all’oro e alle pietre più scintillanti, ma anche all’argento e ai semipreziosi in un caleidoscopio di forme e colori sia per le produzioni della casa, sia per gli oggetti fashion di alcune griffe di grido in esclusiva.[charme-gallery]La vera chicca, però, è il piccolo enclave di borse da sera con chiusure e decori gioielli: tutte di formato mini, dalle sagome più lineari a quelle più estrose, in seta colorata e, soprattutto, uniche nella varietà di decorazioni, dal manico alla chiusura passando per bordi impreziositi con pendenti e con lavorazioni a ricamo. E per gli uomini? Solo il piacere di scegliere cosa regalare alla propria amata? Nient’affatto. Per loro un’interessante e variegata proposta di orologi all’insegna della tradizione svizzera con le versatili collezioni della casa elvetica Glycine e di quella partenopea Colonna.

Gallotta
Via Chiaia, 139 – Napoli
tel. +39.081.421164
www.gallotta.com