Un’altra ampolla contenente il Sangue di San Gennaro, nell’inaugurata Cappella delle Reliquie della Casa della Missione

26 settembre, 2016 alle 14:05
850
ampolla san-gennaro cappella reliquie

Un evento davvero speciale nel Borgo dei Vergini. La Casa della Missione, palazzo secentesco dei Missionari Vincenziani, ha spalancato le sue porte per rendere fruibile il patrimonio spirituale che custodisce. La Cappella delle Reliquie, di architettura vanvitelliana, è stata aperta al pubblico, per la prima volta.

La Cappella è uno scrigno di reperti dal forte valore spirituale: reliquie di Santi martiri, conservate in ostensori in legno intagliato e dorato, usate dai Padri lungo il corso dei secoli durante le missioni al popolo e gli esercizi spirituali; il misterioso Quadro dell’anima dannata, giunto da Firenze nel 1700; reliquie di Santi vincenziani, passati per la Casa della Missione; accessori liturgici e paramenti sacri di fattura ottocentesca napoletana; una ampolla contenente sangue attribuito a San Gennaro e corredata di autentica vescovile datata 1792. Un’altra ampolla del Santo Patrono napoletano, una vera chicca di interesse storico e religioso di assoluta rilevanza, sicura nuova meta di pellegrinaggio di tanti fedeli.

La Cappella delle Reliquie è il cuore del Complesso Monumentale Vincenziano, di cui fanno parte anche la Cripta medievale, la Sala dell’Assunta, il Refettorio settecentesco, la Chiesa vanvitelliana e i suoi corridoi. L’Associazione Getta la rete, realtà consociata nel Polo Vincenziano di Promozione, coordinerà il percorso di visita nel Complesso, accompagnando i visitatori alla scoperta della storia, dell’architettura e dell’arte di questo gioiello di spiritualità, finalmente aperto al Borgo e all’intera città di Napoli.

L’inaugurazione, avvenuta pochi giorni fa, è stata solennizzata dalla presenza del Superiore Generale dei Missionari Vincenziani e delle Figlie della Carità, p. Tomaz Mavrič, e dal Visitatore Provinciale, p. Nicola Albanesi. Per l’occasione, il Superiore della Casa, p. Salvatore Farì, ha presentato il Polo Vincenziano di Promozione, un coordinamento delle realtà di promozione sociale e spirituale che ruotano intorno ai Missionari Vincenziani e hanno come punto di riferimento la loro sede nel cuore del Borgo dei Vergini.

Le iniziative fanno parte del triduo in onore di san Vincenzo de’ Paoli, il cui carisma festeggia quest’anno i 400 anni di vita. Il Cardinale Crescenzio Sepe ha presieduto la solenne concelebrazione eucaristica nella Chiesa parrocchiale di S. Maria dei Vergini, benedicendo la Famiglia Vincenziana e le sue iniziative per diffondere la cultura della carità e lo spirito missionario. Da oggi la città di Napoli è ricca di un ulteriore punto di interesse storico, artistico e spirituale, e una nuova realtà da visitare, scoprire e amare.