News / Storia / Eventi Campania

Grandi cadeuax per Natale a Pompei. Restaurate e riaperte cinque domus

Scavi archeologici in pieno lustro per la riapertura di ben cinque case recuperate grazie agli interventi programmati secondo il Grande Progetto
di Sergio Gradogna
27 novembre 2015

Via dell’Abbondanza. Questa l’antica strada dell’area archeologica pompeiana dove riapriranno le loro porte cinque domus sino ad ora chiuse. Vediamo quali sono. La casa del Criptoportico, la casa di Paquio Proculo, la casa del Frutteto, e ancora la casa del Sacerdos Amandus e quella della Fullonica di Stefano. Ognuna di queste ha un elemento che le caratterizza.

Nella prima ad esempio, impera una grande pinacoteca, mentre in quella di Pasquio Procolo incuriosisce un particolare mosaico che ha come protagonista un cane. E ancora, nella casa del Frutteto, pareti con dipinti d’albero da frutta, le hanno attribuito il nome. Particolarmente decorata anche la domus del Sacerdos Amandus, mentre la Fullonica di Stefano era una tradizionale lavanderia dell’epoca con bottega al pian terreno e abitazione al primo piano. Tutte le house saranno visitabili a rotazione durante l’arco della giornata, quindi o nella mattinata o durante il pomeriggio.

Ora come prossimo obiettivo entro Natale, a Pompei si mira alla riapertura anche di un’altra area molto speciale, quella del Tempio di Iside.