Festival del Bacio, segui il cuore che guida

9 marzo, 2015 alle 11:02
312
mappa festival del bacio napoli

Secondo anno consecutivo a Napoli per il Festival del Bacio organizzato dai ragazzi dell’Accademia delle Belle Arti di Napoli, scuola di Nuove Tecnologie dell’Arte. Il 28 marzo lo start. Spieghiamo subito di cosa si stratta. Vista la fonte ideatrice, non poteva che essere, nella sostanza, un’opera d’arte ma che si compone e vive attraverso relazioni con il complesso tessuto storico-artistico della Città. Cuori stilizzati prendono vita, pulsano in un percorso cittadino che segnerà l’itinerario del festival.

Lungo questa promenade si troveranno dei cuori stilizzati, installati ovunque, da semafori a vetrine oppure su segnali stradali, od anche su edifici, e definiti dispositivi estetici che hanno l’obiettivo di coinvolgere istituzioni, attività commerciali, associazioni culturali ma soprattutto i cittadini. I banner, le installazioni luminose e sonore, le vetrine dei negozi allestite a tema, sono tutti elementi necessari a dar vita alla grande festa che trasforma il cuore della città in un articolato flusso di energie. Per questo l’edizione di quest’anno, copre come territorio il fulcro della città, il Centro Storico. Le installazioni interattive, accelerano lo scambio e rendono i partecipanti, tutti insieme, protagonisti del festival.

Il bacio è la comunicazione non verbale più diffusa al mondo, un semplice gesto capace di racchiudere in sé una vasta gamma di concetti complessi e a volte discordanti, ma sempre inerenti alla relazione. Un momento d’impatto, di comunicazione, di condivisione, ma in particolar modo un istantaneo scambio di energia, capace di modificare gli animi dei soggetti, per i quali nulla sarà più lo stesso. È il concetto ideale da cui partire per costruire un territorio comune, generando virtuosi meccanismi di scambio che possono modificare realmente il rapporto del singolo con la collettività.

#cuoredinapoli é il segno unificante del festival: riappropriandosi di un luogo comune legato alla città è capace di raccontare Napoli nella sua singolare molteplicità
#cuoredinapoli si compone sia di un simbolo visivo (Cuore, l’installazione posizionata sulla Stazione Marittima) sia di un #hashtag che lo restituisce in rete. Chiunque, postando sui social network immagini, video e tweet con questo #hashtag, strumento di riconoscimento e integrazione, diviene parte del flusso: si realizza così la costante connessione delle energie della rete e della sfera del digitale con lo spazio fisico della città e dei suoi abitanti.

Info su: www.festivaldelbacio.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here