Un ricco calendario di eventi per ricordare il recupero della Gaiola

13 gennaio, 2014 alle 16:34
256

Quarantadue ettari di terra e di…mare che si estendono dal Borgo di Marechiaro fino all’antica Baia di Trentaremi a Posillipo. Un autentico angolo di paradiso che si cela nel cuore stesso di Napoli. Se ancora non avete indovinato l’identità di questo luogo meraviglioso, non resta che andarci di persona per ammirare dal vivo il suo incredibile fascino e perdersi dinnanzi all’incanto che solo la collina di Posillipo, con il Parco sommerso della Gaiola, sono in grado di offrire. Un parco, esatto. Coperto dalle onde del mare che, a mo’ di forziere, custodisce reperti archeologici di rara bellezza un tempo legati al vicino promontorio che gli antichi greci fondatori di Partenope battezzarono con il nome di Pausilypon, “tregua dai dolori”.

Uno “spicchio” di costa prezioso come la più brillante delle perle trasformato, dal 2002, in area marina protetta sotto la tutela dei Ministeri dell’Ambiente e dei Beni Culturali. E poi, dal 2004, oggetto di un progetto di riqualificazione e valorizzazione portato avanti dal Centro studi interdisciplinari Gaiola onlus d’intesa con la Soprintendenza archeologica di Napoli e Pompei. Da allora sono trascorsi 10 anni, durante i quali il promontorio di Posillipo e il parco della Gaiola, con il celebre isolotto, sono stati eletti all’unanimità da cittadini e turisti come un bene prezioso da preservare a conservare a tutti i costi. Un bene che si contraddistingue per una vasta superficie di macchia mediterranea bagnata dal mare, per gli antichi reperti sommersi, per i resti dell’imponente teatro del I secolo a.C. appartenuti al liberto romano Publio Vedio Pollone, i dolci pendii digradanti verso il mare della collina, il Parco archeologico del Pausilypon e le alte falesie di tufo giallo napoletano.

Dieci anni che non sono trascorsi invano visto quanto è stato fatto per il rilancio di questo straordinario forziere culturale e naturale di Partenope. E proprio per festeggiare il primo decennio di attività, il Csi Gaiolacon il Comune di Napoli, ha stilato un calendario ricco di appuntamenti, attività ed eventi, tra il Parco sommerso di Gaiola e il Parco archeologico ambientale del Pausilypon: un mix di arte, scienza, natura e storia per conoscere da vicino un patrimonio unico della città di Napoli. Un autentico calendario di visite guidate e appuntamenti, già presentati con successo nel corso degli anni passati.

[charme-gallery]

Si inizia tra marzo e aprile, con il progetto didattico “I mari di Napoli”, giunto alla nona edizione e che ogni anno conta la partecipazione di oltre 3mila studenti di scuole di ogni ordine e grado, guidati alla scoperta delle bellezze del litorale partenopeo.
Si prosegue poi fino a maggio 2014 con  il “Maggio della Gaiola”: una serie di suggestivi itinerari via terra e via mare con snorkeling e immersione subacquea, per scoprire le peculiarità dell’antico sito archeologico sommerso.
Sempre in primavera tornerà anche la rassegna “Suggestioni all’imbrunire”, la manifestazione giunta alla sua sesta edizione, con performance di archeologia, natura, musica e teatro che intratterranno i visitatori dalle prime luci del tramonto fino a sera, nella suggestiva cornice della Grotta di Seiano.

Lo scorso anno gli eventi in cartellone hanno registrato una considerevole partecipazione di pubblico e tra i tanti ospiti recatasi in mostra al parco della Gaiola, si annoverano niente poco dimeno che i membri della famiglia reale del Belgio Alberto II e Paola Ruffo di Calabria. Motivo d’orgoglio per gli organi del comitato organizzativo che da sempre è attivo anche nel sociale. Non a caso in estate sarà rinnovata la collaborazione con il Centro polifunzionale San Francesco d’Assisi di Marechiaro, che da anni accoglie ragazzi in condizioni di disagio sociale, per trascorrere una settimana di svago in città e conoscere le meraviglie offerte dal proprio mare.

Le iniziative si susseguiranno davvero senza sosta, fino ad arrivare al 17 novembre 2014, data in cui cadrà il decimo compleanno di attività del centro posillipino di Studi Interdisciplinari, per festeggiare al meglio i risultati ottenuti in questo arco di tempo. In programma appuntamenti scientifico-culturali, mostre, seminari, proiezioni e giornate di pulizia e di festa, che coinvolgeranno la cittadinanza intera.

Parco Sommerso di Gaiola
Discesa Gaiola (Scogliera Cala S.Basilio), – Napoli
Tel: 0812403235
email:
info@areamarinaprotettagaiola.it

I mari di Napoli
Maggio della Gaiola
Suggestioni all’imbrunire

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here