News / Giornate europee del patrimonio

Castel Sant’Elmo si visita con i suoi storici personaggi

Nell'ambito delle Giornate Europee del Patrimonio, nel maniero della collina napoletana va in scena "Castrum". E il museo rivede Eleonora Pimentel Fonseca, Tommaso Campanella e tanti altri
di Redazione
26 settembre 2013

Nobildonne, artisti, qualche santo e qualche prigioniero tornano tutti a vivere al Castel Sant’Elmo.Tra storie, leggende e scaramanzie nel maniero della collina di Napoli va in scena “Castrum”. Sabato 28 settembre alle 20, in occasione della Giornata Europea del Patrimonio. Lo spettacolo itinerante è realizzato, proprio per essere realizzato tra le mura di Castel Sant’Elmo, dalla compagnia teatrale “Il canto di Partenope” ed è gratuito. Le scene si sviluppano tra la piazza d’armi, le celle, il ponte levatoio e i tornanti della fortezza del Vomero.

I vizi e le virtù di celebri personaggi che sono passati per Napoli come Luisa Sanfelice, Eleonora Pimentel Fonseca, Carlo V e Tommaso Campanella sono i protagonisti della singolare performance teatral-museale pensata dalla compagnia diretta da Mauro Maurizio Palumbo. Magiche e antiche atmosfere, fanno rivivere gli spazi museali, un modo di valorizzarli ancora di più e in maniera non statica. E così il castello prende vita con la reincarnazione delle anime che vi hanno vissuto: chi come fondatore, chi come re e chi come prigioniero. Sorte che toccò a Tommaso Campanella, Luigia San Felice ed Eleonora Pimentel Fonseca durante al rivoluzione del 1799. Si parte dall’ingresso della fortezza, fino ad arrivare al museo del 900.

L’appuntamento, che coincide con la Giornata Europea del Patrimonio, è gratuito.
Si consiglia la prenotazione a: 081 7363459 – 338 2599821