Il Museo Archeologico riparte: 3 percorsi, ticket a 8 euro e prenotazione obbligatoria

Da martedì 2 giugno, il Museo Archeologico Nazionale riapre i battenti al pubblico. Prenotazione obbligatoria per fasce orarie e tre percorsi differenziati. Fino al 31 dicembre, il prezzo del biglietto si riduce a 8 euro. Restyling per le Sale degli Affreschi e dal 12 giugno al via la mostra “Gli Etruschi e il Mann”

193
Museo Archeologico Nazionale
Una immagine della sezione Preistoria e Protostoria del Museo Archeologico Nazionale di Napoli

Da martedì 2 giugno, il Museo Archeologico Nazionale riapre i battenti al pubblico. Prenotazione obbligatoria per fasce orarie e tre percorsi differenziati. Fino al 31 dicembre, il prezzo del biglietto si riduce a 8 euro. Restyling per le Sale degli Affreschi e dal 12 giugno al via la mostra “Gli Etruschi e il Mann”

Il Museo Archeologico Nazionale di Napoli riapre con tre opzioni di percorso e prenotazione obbligatoria, da effettuare, a partire dal 29 maggio, tramite i siti web www.museoarcheologiconapoli.it e www.coopculture.it. Il visitatore potrà scegliere, in una specifica fascia oraria, fra tre itinerari: il Percorso Classico (Collezione Farnese, Mosaici e Gabinetto Segreto, Collezione Oggetti della vita quotidiana nelle città vesuviane, Tempio di Iside e Sale degli Affreschi); le Nuove Collezioni (Sezione Egizia ed Epigrafica, Magna Grecia, Preistoria e Protostoria); le Mostre Temporanee (“Gli Etruschi e il Mann”, in programma dal prossimo 12 giugno; “Thalassa, meraviglie sommerse dal Mediterraneo”, in proroga sino al 21 giugno; “Lascaux 3.0”, visitabile fino al 2 luglio; “Capire il cambiamento climatico”, in calendario sino al 31agosto). Previa disponibilità di posti nell’orario prescelto, il visitatore avrà modo anche di sommare tutte le opzioni di tour museale.

 “Il Mann ricomincia dai cittadini, dalla comunità dei nostri abbonati, dal territorio, dagli operatori della cultura – commenta il direttore del Museo Archeologico, Paolo Giulierini -. Ricomincia da dove ci eravamo lasciati, dalle Università, da chi sta lavorando per far ripartire le scuole e le attività per l’infanzia. Per più di ottanta giorni il portone del Museo è rimasto chiuso, ma non ci siamo mai fermati, la nostra bellezza e la nostra identità hanno viaggiato, sia pur virtualmente, per il mondo. Con emozione ci prepariamo ora alla riapertura nella simbolica data del 2 giugno, con una proposta di fruizione in assoluta sicurezza, ingressi scontati e una offerta più ricca, a partire dagli “Etruschi e il Mann”, una accoglienza speciale per le famiglie. Sarà un piacere per noi salutare i visitatori di q.uesta prima giornata con un piccolo omaggio. Voglio ricordare che chi sceglierà l’abbonamento, ad un costo davvero simbolico, potrà organizzarsi al meglio per godere di tutti i percorsi, in più volte. Ci siamo, quindi. Guardiamo ai prossimi mesi con ottimismo e grande responsabilità. Il passato lo abbiamo subito e affrontato. Il finale però, adesso, lo scegliamo noi. Vi aspettiamo”.

Le procedure organizzative garantiranno la sicurezza del pubblico: il biglietto sarà esclusivamente digitale; all’ingresso del Museo Archeologico, una telecamera termica consentirà la rilevazione della temperatura corporea, indicando come soglia limite per l’ingresso i 37.5 gradi; all’interno dell’edificio, sarà indispensabile indossare dispositivi di protezione individuale; nell’itinerario di visita, saranno allestiti pannelli informativi e indicatori per il distanziamento; in alcuni punti degli ambienti, presenti dispenser con gel disinfettante.
I titolari di abbonamento OpenMann dovranno prenotare ogni accesso al Museo. Dal 2 giugno, per chi attiverà un’offerta OpenMann, le tessere annuali saranno esclusivamente vendibili online e disponibili in formato elettronico.

Dal 2 giugno al 31 dicembre, i ticket per accedere al Museo saranno sensibilmente ridotti. Le tariffe praticate, senza alcun onere aggiuntivo per la prenotazione obbligatoria saranno le seguenti: biglietto intero 8 euro; biglietto due adulti over 25 anni 12 euro; biglietto ridotto 4 euro; biglietto per cittadini Ue dai 18 ai 25 anni non compiuti 2 euro.
Anche l’abbonamento OpenMann diventerà sempre più conveniente: l’opzione adulti costerà 10 euro, le card Young (18-25 anni) e Academy (per studenti di qualsiasi corso di laurea e scuola di specializzazione, senza limiti di età) prevedranno un prezzo di 5 euro, la card Family (due adulti over 25) sarà acquistabile a 16 euro.
Per i titolari di tessera in corso di validità, sarà garantito un recupero di tre mesi per compensare la mancata fruizione del Museo nel periodo di chiusura: questa dilazione temporale sarà registrata dal sistema in automatico.

Alla riapertura sarà terminato e godibile il restyling delle Sale degli Affreschi: anche questa sezione ha richiesto un aggiornamento dei pannelli e delle didascalie, per conseguire una maggiore essenzialità di comunicazione e coordinarsi con la nuova immagine grafica del Museo Archeologico. All’interno delle sale, si sono rese necessarie modifiche dovute allo spostamento di alcuni affreschi, da collocare nella futura sezione dedicata alla Scultura campana, al piano terra dell’ala occidentale del Museo, per ricomporre i complessi figurativi di alcuni edifici pubblici di Pompei ed Ercolano. In sostituzione di queste opere, sono stati selezionati dai depositi tre affreschi da Ercolano: nello specifico, due con prospetti architettonici e un altro con il mito Fedra e Ippolito. Per la sala 78, sono stati scelti sei “ritratti”, con espressivi volti di giovani e donne, nonché i busti di Ercole e di Ercole e Onfale.

Nelle foto, dall’alto: 1) l’intonaco dipinto con Ercole e Onfale, novità nelle selezione degli Affreschi; 2) il piccolo calderone in argento dorato (VII sec. a.C.) da Palestrina- Tomba Bernardini, presente nell’exxhibit sugli Etruschi