La vita di Eduardo De Filippo presto in mostra alla Biblioteca nazionale di Napoli

27 febbraio, 2014 alle 16:57
307

L’opera omnia di Eduardo De Filippo, uno dei più grandi mattatori del panorama teatrale del Novecento, arriva  ad impreziosire gli scaffali della sezione “Lucchesi Palli” della Biblioteca nazionale di Napoli.
L’inaugurazione dell’archivio De Filippo avverrà in occasione del trentennale della morte dell’artista partenopeo, con una mostra realizzata ad hoc dal repertorio inedito e straordinariamente ricco.

Il materiale raccolto copre, infatti, un vasto arco temporale che va dal 1930 al 1984, quindi dagli  anni delle prime esperienze teatrali con la compagnia Molinari, passando per il sogno diventato realtà, di mettersi in proprio con i due fratelli e colleghi Peppino e Titina, fino alla consacrazione sulle scene nazionali con la commedia più nota “Natale in casa Cupiello”.
Sfogliando le pagine della vita del poliedrico artista napoletano sembra davvero di rivivere le emozioni e le sensazioni che solo la magia del palcoscenico può regalare.

[charme-gallery]

Tutti i preziosi reperti, giunti direttamente dai locali dell’Istituto di Storia Patria dove erano conservati, verranno esposti in una sala dedicata appositamente all’illustre drammaturgo, all’interno degli ambienti dell’edificio di Piazza del Plebiscito, presto visitabile dal più ampio pubblico, in seguito alla generosa donazione effettuata dal figlio Luca De Filippo.
Grazie alle numerose foto di scena, articoli, recensioni, copioni, corrispondenze, manoscritti originali, locandine e manifesti teatrali, il “fondo” De Filippo esaudirà senza dubbio ogni curiosità dei tanti estimatori che ancora oggi il grande Eduardo continua ad avere.

Ma non è finita qua, perché  – udite, udite! – in seguito al certosino lavoro di conversione del materiale televisivo dell’epoca al formato digitale, sarà possibile conoscere e seguire il meglio della produzione artistica del grande De Filippo direttamente sul canale ufficiale di You Tube a lui dedicato.
E, parafrasando una delle sue più celebri battute, l’anima di Eduardo è ancora viva e presente tra noi perché: “I fantasmi non esistono, li abbiamo creati noi, siamo noi i fantasmi”.

Biblioteca nazionale Vittorio Emanuele III
Piazza del Plebiscito 1, Napoli
Tel +39.0817819111
E-mail: bn-na@beniculturali.it 
www.bnnonline.it