Bucatini al sugo di coniglio. Ecco la ricetta di come si fanno a Procida

Ricetta con due top della cucina campana, bucatini e coniglio. Una volta provata, non potrete dimenticarla

11 dicembre, 2016 alle 20:20
3997
bucatini al sugo di coniglio ricetta

Bucatini al sugo di coniglio. L’uso del coniglio nella cucina made in Naples risale all’epoca degli Angioini, che golosi delle sue carni, ne favorirono gli allevamenti. A Ischia, era d’obbligo l’uso del coniglio allevato in fossa, ma ora è sufficiente siano animali allevati a terra. In questa ricetta, tipica dell’isola del Postino di Michael Radford, Libera Giovanna Badalucci boss chef del SottoSopra, locale della Marina di Procida, ci ha scritto e ci spiega come questo piatto prende forma e delizia i palati di isolani e turisti in visita nell’isola gioiello del Golfo di Napoli. Vediamo gli ingredienti e la preparazione.

Ingredienti per quattro persone: un coniglio, due cipolle bianche o ramate, una testa d’aglio intera, un rametto di rosmarino, 3 o 4 foglie di alloro, un fascetto di prezzemolo ed un pugnetto di basilico, uno o due peperoncini, e a scelta, se vi piace, due foglioline di menta, pomodorini datterini per circa 300 grammi, un cucchiaio di sugna, 400 grammi di bucatini (trafilati a bronzo se possibile), olio evo, sale, e vino bianco per sfumare

Preparazione.

In una padella anti aderente a bordo alto mettete a rosolare in olio extravergine che copre il fondo e un cucchiaio abbondante di sugna, la cipolla finemente tritata, la testa d’aglio precedentemente schiacciata, il rametto di rosmarino, le foglie di alloro, le foglie di basilico e le foglioline di mentuccia se vi piacciono. Quando il tutto sarà leggermente soffritto aggiungete il coniglio a pezzi. Fate rosolare finché il coniglio avrà raggiunto un buon punto di cottura. Aggiungete quindi a questo punto i datterini tagliati massimo in quattro parti, e dopo dieci minuti irrorate e sfumate con vino bianco.

Lasciate cuocere fin quando il vino sarà totalmente evaporato. Cotto il coniglio, e separato dal sugo, portate la pasta al dente, e riversatela nel sugo rimestando tutto assieme a fuoco basso per un minuto aggiungendo anche un po’ di coniglio sfaldato. Servite, con prezzemolo tritato finemente. Il resto del coniglio lo mangerete al piatto come seconda portata.

A questo link la pagina social del SottoSopra : www.facebook.com/RistorantePaninoteca/?fref=ts