Da Capri ecco la ricetta degli spaghetti alla chiummenzana

Piatto dell’isola azzurra perla del Golfo, gli spaghetti alla chiummenzana hanno la loro storia tra i pescatori dell’isola

17 luglio, 2017 alle 14:56
15991
Spaghetti alla chiummenzana
Spaghetti alla chiummenzana

Aromi tipici del mediterraneo in questo piatto dell’isola che l’imperatore  Tiberio scelse come luogo di villeggiatura.

La ricetta degli spaghetti alla chiummenzana ha le sue radici a Capri dove come sugo di terra con sapori semplici e familiari, ha la sua lunga storia. L’origine del termine “chiummenzana” deriva dall’italiano ciurma, ma una ciurma speciale però. La chiummenza infatti, era quella parte di ciurma che era a terra in attesa di imbarco. E gli ingredienti che compongono questo particolare piatto sono infatti tutti di terra e solo se eri su terraferma potevi procurarteli freschi freschi.

Nell’attesa quindi di prendere il mare, pare che qualcuno di questi marinai o pescatori avesse preso l’abitudine di preparare questa specialità, gli spaghetti alla chiummenza. Tradotto dovrebbe essere “alla maniera dei pescatori”. Ovviamente con questo sugo tante sono le paste che si possono condire a partire dagli spaghetti come ai bucatini ed in altri casi anche paccheri e ravioli capresi.

Ingredienti per 4 persone.  400 gr di spaghetti trafilati al bronzo. 400 gr di pomodoro fresco preferibilmente dei San Marzano.  100 gr olive nere di Gaeta. 1 bicchiere di olio evo.  2 spicchi d’aglio di montagna. 50 gr di capperi. 1 peperoncino secco. 1 cucchiaio di origano. un fascetto di prezzemolo.  pepe nero in grani.

Preparazione degli spaghetti alla chiummenzana.

In una tegame basso abbastanza largo, con il fondo pieno d’olio evo, mettete a soffriggere gli spicchi d’aglio tritati finemente se volete lasciarli nel sugo. In alternativa, schiacciateli con il palmo della mano e a loro imbionditura, li eliminate. Assieme all’aglio avrete messo anche il peperoncino super tritato. A imbionditura dell’aglio aggiungete subito anche le olive denocciolate tagliate a pezzettini e i capperi desalati sotto acqua corrente.

Spaghetti alla chiummenzana - pomodori San Marzano
Spaghetti alla chiummenzana – pomodori San Marzano

Fate andare massimo un minuto per non bruciare l’aglio se l’avete lasciato nel sugo, e aggiungeteci i pomodori San Marzano. Se li avete comprati in scatola li spappolerete con le mani prima di travasarli ne tegame.  Se li avete comprati freschi invece, li tagliati prima a pezzetti. Ora aggiungete anche l’origano.

Spaghetti alla chiummenzana - olive nere di Gaeta
Spaghetti alla chiummenzana – olive nere di Gaeta

 

Non fatelo proprio asciugare il sugo, non deve essere denso. Cotta la pasta al dente, ne terminate la cottura nel tegame con il sugo e poco prima di impiattare ci aggiungete anche il prezzemolo finemente tritato. Una spolverata di pepe nero in grani tritato chiude il piatto se vi piace il forte. Se così non fosse è sufficiente il peperoncino già inserito.

E se volete un altro piatto caprese a questo link troverete nientemeno che la ricetta dei ravioli capresi: www.charmenapoli.it/sapori/ricette-cucina-napoletana-ravioli-alla-caprese/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here